Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 7842 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 359

Mercoledì, 13 Dicembre 2017

Diabete mellito canino e felino: frequenza e motivi dell’eutanasia

  • Soppresso un paziente su dieci. Comorbilità, costi, età e mancato controllo tra i fattori motivanti
Vota questo articolo
(0 Voti)

Schermata 2017 12 13 alle 10.34.41Il trattamento del diabete mellito (DM) comporta il coinvolgimento attivo del proprietario e può essere costoso. Uno studio ha analizzato la popolazione di proprietari che opta per l’eutanasia anziché per il trattamento del DM. Si effettuava un sondaggio sui veterinari in varie parti del mondo. Partecipavano 1192 veterinari che indicavano una mediana di un paziente diabetico su 10 sottoposto a eutanasia al momento della diagnosi e un’ulteriore mediana di un paziente su 10 entro un anno dalla diagnosi a causa dell’insuccesso terapeutico o della mancata compliance.

I più importanti fattori motivanti percepiti erano: presenza di malattie concomitanti (45%), costi (44%); età dell’animale (37%); problemi nell’ottenere un controllo adeguato (35%); benessere dell’animale (35%) e impatto sullo stile di vita del proprietario (32%). Avevano maggiore probabilità di essere soppressi i gatti delle cliniche canadesi (odds ratio (OR) 2,7), australiane (OR 2,3), rurali (OR 1,6) e miste (OR 1,7), mentre la probabilità era minore per i gatti osservati presso cliniche di referenza/università (OR 0,6). I cani avevano una maggiore probabilità di essere soppressi nelle cliniche canadesi (OR 1,8), rurali (OR 1.8) e miste (OR 1,6).

Per leggere l’articolo completo devi fare login con i tuoi codici EGO.




Letto 2423 volte Ultima modifica il Mercoledì, 13 Dicembre 2017 17:04

vetchannel nero

VETCHANNEL.IT
La formazione professionale on demand
quando vuoi, dove vuoi.

Vetpedia

eveditoria Editoria Scientifica

0
Shares