Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 7821 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Mercoledì, 20 Aprile 2022

Infezione da Babesia gibsoni nel cane

  • Descrivere l'eziologia, l'incidenza, i segni clinici, la patogenesi, i test diagnostici e il trattamento della babesiosi canina
Vota questo articolo
(0 Voti)

heroimage0.117617001559743387 840x400Babesia gibsoni è una delle specie di Babesia e l'infezione provocata da questo patogeno è solitamente asintomatica, il che complica il rilevamento degli animali infetti. Nelle aree endemiche, soprattutto in Asia, la trasmissione di B. gibsoni avviene spesso in modo diretto tramite un vettore (zecche). A causa dell'assenza dei vettori, B. gibsoni è descritta solo sporadicamente in Europa; ma si rileva sempre più spesso in razze predisposte, in particolare nell’American pitbull terrier.

L’obiettivo di questa review era quello di descrivere l'eziologia, l'incidenza, i segni clinici, la patogenesi, i test diagnostici e il trattamento dell'infezione da B. gibsoni, con un'enfasi sulle peculiarità cliniche e clinico-patologiche della malattia. Poiché i cani trattati non eliminano il parassita dall'organismo, riducendo solo la parassitemia e migliorando i segni clinici, il trattamento dell'infezione da B. gibsoni è spesso complessa e il suo studio merita quindi grande attenzione.

Per leggere l’articolo completo devi fare login con i tuoi codici EGO.


Antonio Maria Tardo Med Vet PhD Student

Letto 532 volte Ultima modifica il Venerdì, 15 Aprile 2022 13:34

vetchannel nero

VETCHANNEL.IT
La formazione professionale on demand
quando vuoi, dove vuoi.

Vetpedia

eveditoria Editoria Scientifica

0
Shares