Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 7821 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Venerdì, 10 Giugno 2022

Quando i gastro-protettori sono davvero necessari?

  • Relazione del Prof. Paolo Silvestrini al congresso SCIVAC RIMINI 2022 tenutosi il 27-29 maggio al palacongressi di Rimini
Vota questo articolo
(0 Voti)

iStock 000019159933MediumLo stomaco accumula, tritura e lentamente spinge il cibo parzialmente digerito nell’intestino­ prossimale dove continua il processo digestivo e l’assorbimento dei principi nutritizi. Lo stomaco ha un’importante azione secretoria e controlla l’appetito e la sazietà. Il pH gastrico nel cane sano rimane <2 per >85% delle 24 ore e valori simili sono riportati nel gatto. Il cane, però, rispetto all’uomo ha un’attività secretoria acida basale inferiore ma il picco in risposta a stimolazione è assai maggiore. Di conseguenza, l’effetto tamponante esercitato dal cibo che si osserva nell’uomo dopo i pasti è molto meno marcato nel cane e probabilmente anche nel gatto. I farmaci gastroprotettori generalmente usati nel cane e nel gatto comprendono le seguenti categorie: 1) antiacidi; 2) antagonisti dei recettori istaminergici di tipo 2; 3) inibitori della pompa protonica; 4) misoprostolo; 5) sucralfato.

Situazioni in cui usare i gastroprotettori: qual è l’evidenza nel cane e nel gatto? Nel corso della relazione il Prof. Silvestrini ha condiviso la sua esperienza personale e ha illustrato l’attuale evidenza scientifica sull’uso dei gastroprotettori in condizioni patologiche come erosione e ulcera gastro-duodenale, esofagite da reflusso, gastrite da Helicobacter, danno della mucosa gastrica stress-indotto, malattia epatica, pancreatite, malattia renale e sanguinamento da trombocitopenia.

Per leggere l’articolo completo devi fare login con i tuoi codici EGO.


Antonio Maria Tardo Med Vet PhD Student

Letto 611 volte Ultima modifica il Mercoledì, 08 Giugno 2022 13:35

vetchannel nero

VETCHANNEL.IT
La formazione professionale on demand
quando vuoi, dove vuoi.

Vetpedia

eveditoria Editoria Scientifica

0
Shares