Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 7821 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Lunedì, 11 Luglio 2022

Trattamento con radioiodio nei gatti ipertiroidei

  • Il 75% dei pazienti erano eutiroidei dopo il trattamento
Vota questo articolo
(0 Voti)

radioiodio treatment catSebbene la terapia con iodio (131I) rappresenti il trattamento di scelta per l'ipertiroidismo felino, i protocolli e i dosaggi comunemente utilizzati di 131I inducono ipotiroidismo iatrogeno ed espongono il paziente felino al rischio di sviluppare azotemia. Recentemente, è stato riportato un nuovo algoritmo per il protocollo terapeutico con 131I, che ha ridotto al minimo il rischio di ipotiroidismo e azotemia, pur mantenendo alti tassi di guarigione. Lo scopo degli autori dello studio era quello di riportare i risultati del trattamento con 131I in una popolazione europea di gatti ipertiroidei utilizzando il suddetto dosaggio di 131I.

In questa case-series, sono stati valutati in maniera prospettica 165 gatti ipertiroidei sottoposti al trattamento con 131I. In tutti i gatti sono state misurate le concentrazioni sieriche di tiroxina (T4), triiodotironina (T3) e l’attività dell’ormone tireostimolante (TSH) (valutazioni fatte senza metimazolo ⩾1 settimana). Il volume tiroideo e l'assorbimento percentuale di 99mTc-pertecnetato (TcTU) sono stati determinati mediante scintigrafia tiroidea. Una dose iniziale di 131I è stata calcolata tenendo conto della media dei punteggi della dose per le concentrazioni di T4/T3, del volume tiroideo e del TcTU. È stato quindi somministrato il 70% di quella dose così composta. Ventiquattro ore dopo, è stata misurata la percentuale di assorbimento di 131I ed, eventualmente, una dose aggiuntiva di 131I veniva somministrata secondo necessità per fornire una quota di radiazioni adeguata al tumore o ai tumori tiroidei. Le concentrazioni sieriche di T4, TSH e creatinina sono state determinate 6-12 mesi dopo.

Per leggere l’articolo completo devi fare login con i tuoi codici EGO.

Scritto da
Michele Tumbarello Med Vet PhD student

Letto 296 volte Ultima modifica il Venerdì, 08 Luglio 2022 11:42

vetchannel nero

VETCHANNEL.IT
La formazione professionale on demand
quando vuoi, dove vuoi.

Vetpedia

eveditoria Editoria Scientifica

0
Shares