Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 7821 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Mercoledì, 27 Luglio 2022

Adenocarcinoma dei sacchi anali nel cane

  • Descrivere i segni clinici, la diagnosi, la stadiazione, il trattamento e la prognosi dell'AGASAC nel cane
Vota questo articolo
(0 Voti)

12L'adenocarcinoma delle ghiandole apocrine dei sacchi anali (Apocrine gland anal sac adenocarcinoma, AGASAC) è un tumore relativamente raro nel cane e comprende circa il 17% delle neoplasie perianali; tuttavia, è una delle cause più comuni di ipercalcemia paraneoplastica. I segni clinici nei cani affetti sono spesso associati all'ostruzione meccanica causata dal tumore primario o dall'ingrossamento dei linfonodi metastatici regionali e dagli effetti, quando presente, dell'ipercalcemia paraneoplastica. L'asportazione chirurgica del tumore primario e dei linfonodi locoregionali interessati è l'opzione di trattamento iniziale preferita per la maggior parte dei cani, sebbene la radioterapia e la chemioterapia adiuvante siano comunemente utilizzate nei piani di trattamento multimodale. Non è stato dimostrato, tuttavia, un ruolo significativo della chemioterapia adiuvante. Sono possibili lunghi tempi di sopravvivenza, soprattutto per i cani con tumori primari più piccoli e sottoposti a ulteriori trattamenti per malattie ricorrenti. L’obiettivo di questa review era quello di descrivere i segni clinici, la diagnosi, la stadiazione, il trattamento e la prognosi dell'AGASAC nel cane.

“Canine Apocrine Gland Anal Sac Adenocarcinoma: A Review” Alec B Repasy, et al. Top Companion Anim Med. 2022 Jul 2;100682. doi: 10.1016/j.tcam.2022.100682.


Antonio Maria Tardo Med Vet PhD Student

Letto 693 volte Ultima modifica il Mercoledì, 27 Luglio 2022 12:47

vetchannel nero

VETCHANNEL.IT
La formazione professionale on demand
quando vuoi, dove vuoi.

Vetpedia

eveditoria Editoria Scientifica

0
Shares