Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 7842 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Lunedì, 19 Settembre 2022

Epatopatia nell'infezione da hepadnavirus del gatto

  • Nei gatti affetti si evidenziava un aumento degli enzimi epatici
Vota questo articolo
(0 Voti)

hepadnovirusAd oggi, resta da determinare in ambito scientifico se l'infezione da hepadnavirus del gatto domestico (DCH) sia associ ad una malattia clinica. L’obiettivo degli autori dello studio, pertanto, era quello di determinare la relazione tra la presenza di DCH, parametri ematologici, biochimici e l'istologia epatica, dei gatti DCH-positivi.

Si tratta di uno studio retrospettivo trasversale; sono stati presi in considerazione milleventidue gatti thailandesi senza malattie concomitanti e non sottoposti a terapie che impattavano negativamente sul fegato. Sono stati esclusi i campioni derivati ​​da gatti con coinfezioni. Il rilevamento di DCH è stato determinato nel sangue e nel fegato fresco congelato mediante reazione a catena della polimerasi quantitativa (qPCR), e ulteriormente studiato in sezioni di fegato che mostravano alterazioni parenchimali istologiche (HPD) e fegato normale (HNL) utilizzando l'ibridazione in situ (ISH). Le attività proliferative/apoptotiche sono state determinate mediante immunoistochimica e pannelli ISH. Sono stati studiati i parametri biochimici e i fattori di rischio per l'infezione da DCH.

Per leggere l’articolo completo devi fare login con i tuoi codici EGO.

Scritto da
Michele Tumbarello Med Vet PhD student

Letto 245 volte Ultima modifica il Giovedì, 15 Settembre 2022 14:09

vetchannel nero

VETCHANNEL.IT
La formazione professionale on demand
quando vuoi, dove vuoi.

Vetpedia

eveditoria Editoria Scientifica

0
Shares