Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 7842 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Mercoledì, 12 Ottobre 2022

Utilizzo del clorambucile nel linfoma nasale del gatto

  • Tutti i pazienti mostravano un basso indice mitotico
Vota questo articolo
(0 Voti)

linfoma nasale gattoIl linfoma risulta essere il tumore più comune della cavità nasale nei pazienti felini. Le modalità di trattamento comunemente utilizzate sono la radioterapia e la chemioterapia, o entrambe. I tipici protocolli chemioterapici utilizzati nei gatti con linfoma nasale comprendono: il COP (ciclofosfamide, vincristina prednisolone) e il CHOP (ciclofosfamide, doxorubicina, vincristina e prednisolone). Finora, l'utilizzo di clorambucile in monoterapia nel linfoma nasale è stato valutato in un singolo caso clinico.

Gli autori riportano, nello studio in oggetto, una case-series di tre gatti con linfoma nasale a cellule B; in particolare, due pazienti evidenziavano un linfoma B con predominanza di medi linfociti e un gatto mostrava un linfoma B a grandi cellule. Tutti i casi erano caratterizzati da un basso indice mitotico (MI), inferiore a 5 figure mitotiche per campo 400x e hanno ricevuto chemioterapia con clorambucile e prednisolone.

Per leggere l’articolo completo devi fare login con i tuoi codici EGO.

Scritto da
Michele Tumbarello Med Vet PhD student

Letto 294 volte Ultima modifica il Sabato, 01 Ottobre 2022 15:24

vetchannel nero

VETCHANNEL.IT
La formazione professionale on demand
quando vuoi, dove vuoi.

Vetpedia

eveditoria Editoria Scientifica

0
Shares