Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 7842 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Mercoledì, 26 Ottobre 2022

Effetti dell'obesità sulla funzionalità cardiaca del cane

  • L'ipertrofia del ventricolo sinistra migliorava in seguito ad una significativa riduzione di peso
Vota questo articolo
(0 Voti)

obesity pugNelle persone, gli effetti cardiovascolari legati all’obesità portsano a: ipertensione sistemica, rimodellamento cardiaco e disfunzione sia sistolica che diastolica; la riduzione di peso, invece, può invertire il rimodellamento miocardico e ridurre il rischio di successive malattie cardiovascolari. Ad oggi, gli studi condotti sugli effetti dell'obesità e della riduzione controllata del peso sulla morfologia e sulla funzione cardiovascolare nei cani hanno riportato risultati contrastanti. Gli autori di questo studio prospettico miravano a valutare nei soggetti canini obesi: la funzione cardiaca, la variabilità della frequenza cardiaca, i biomarker cardiaci e la condizione corporea, prima e dopo la riduzione di peso. 

Sono stati reclutati ventiquattro cani obesi, portati a visita per la gestione del peso. Per valutare gli effetti dell'obesità sul cuore, sono state eseguite, prima del management legato alla riduzione del peso, l'analisi della condizione corporea (mediante assorbimetria a raggi X a doppia energia, DEXA) e la valutazione cardiovascolare (ecocardiografia, pressione sanguigna mediante Doppler, elettrocardiografia, biomarkercardiaci). Dodici cani hanno completato lo studio e hanno raggiunto il peso target, ricevendo un'ulteriore valutazione cardiovascolare e l’analisi DEXA. 

Per leggere l’articolo completo devi fare login con i tuoi codici EGO.

Scritto da
Michele Tumbarello Med Vet PhD student

Letto 226 volte Ultima modifica il Venerdì, 28 Ottobre 2022 08:27

vetchannel nero

VETCHANNEL.IT
La formazione professionale on demand
quando vuoi, dove vuoi.

Vetpedia

eveditoria Editoria Scientifica

0
Shares