Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 7842 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Lunedì, 24 Ottobre 2022

Biomarker di funzionalità renale nel cavallo

  • Descrivere nuovi biormarker renali nella specie equina
Vota questo articolo
(0 Voti)

40f0161e2ec48977099cbddcb9e44b6dLa creatinina consente il rilevamento di malattie renali solo quando si perde dal 60 al 75% della funzione glomerulare e quindi non è un marker ideale di malattia. Ulteriori biomarker potrebbero essere utili per valutare la funzionalità renale. L’obiettivo di questa review è quello di descrivere nuovi biormarker renali nella specie equina.  

L'SDMA può avere un certo potenziale come biomarker renale nel cavallo, ma attualmente non vi è l’evidenza che l'SDMA offra vantaggi rispetto alla creatinina nel rilevare il danno renale acuto (AKI). La cistatina C e la podocina sono dei potenziali biomarker per le malattie renali (incluso il rilevamento di AKI in modo precoce rispetto alla creatinina) e dovrebbero essere studiati maggiormente. L'NGAL ha un potenziale come biomarker di malattia renale (incluso il rilevamento di AKI in modo precoce rispetto alla creatinina) e come marker infiammatorio. La letteratura presente su MMP-9 non consente di trarre delle conclusioni sul potenziale di questo analita come biomarker renale. Per tutti i biomarker, in questa fase, le informazioni scientifiche disponibili sono limitate o troppo scarse per supportare l'uso clinico e solo l'SDMA può essere misurata per scopi clinici.

Per leggere l’articolo completo devi fare login con i tuoi codici EGO.


Antonio Maria Tardo Med Vet PhD Student

Letto 167 volte Ultima modifica il Venerdì, 28 Ottobre 2022 08:26

vetchannel nero

VETCHANNEL.IT
La formazione professionale on demand
quando vuoi, dove vuoi.

Vetpedia

eveditoria Editoria Scientifica

0
Shares