Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 7881 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Mercoledì, 25 Settembre 2013

Angiostrongylus vasorum nel cane in Italia

  • Il parassita emergente dovrebbe essere incluso nella diagnosi differenziale dei cani con segni clinici compatibili
Vota questo articolo
(0 Voti)

<i>Angiostrongylus vasorum</i> nel cane in ItaliaUno studio ha valutato la percezione dei veterinari nell’includere il metastrongilo emergente Angiostrongylus vasorum nella diagnosi differenziale dei cani visitati per segni clinici compatibili. Veterinari di cliniche universitarie, ambulatori privati e canili raccoglievano i campioni fecali di 606 cani sintomatici di diverse aree d’Italia. I campioni venivano esaminati mediante tecnica di Baermann.

Risultavano positivi ad A. vasorum 14 cani, tutti caratterizzati da un quadro clinico differente; il motivo più comune per l’inclusione nello studio erano i segni respiratori insieme a segni generali. Il sintomo più segnalato era la tosse, seguita da distress aspecifico. Altri segni respiratori erano dispnea, tachipnea e rumori respiratori, mentre la diatesi emorragica si verificava solo in un cane. I segni gastroenterici erano diarrea e vomito, mentre non si osservavano segni neurologici.

I risultati dello studio forniscono nuovi dati sulla distribuzione di A. vasorum in Europa e confermano che l’angiostrongilosi clinica si sovrappone a una serie di altre condizioni nel cane. Gli autori sottolineano la necessità di includere questo parassita nella lista delle diagnosi differenziali nella pratica clinica in presenza di segni clinici compatibili, anche di un solo sintomo, e di effettuare i test diagnostici adeguati. A. vasorum ha un potenziale crescente di dispersione in numerose regioni europee, inclusa l’Italia, quindi una maggiore popolazione canina sarà esposta all’infezione in futuro.

"Canine angiostrongylosis in Italy: occurrence of Angiostrongylus vasorum in dogs with compatible clinical pictures.” Traversa D, Di Cesare A, Meloni S, Frangipane di Regalbono A, Milillo P, Pampurini F, Venco L. Parasitol Res. 2013 Jul; 112 (7): 2473-80. (vedi pdf)


Altre letture:
"Angiostrongylus vasorum in 20 cani della provincia di Chieti, Italia" Veterinaria Italiana, 2011, 47 (1), 65 - 76


Approfondisci su VETPEDIA: Angioatrongilosi del cane



Maria Grazia Monzeglio Med Vet PhD
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

<i>Angiostrongylus vasorum</i> nel cane in ItaliaUno studio ha valutato la percezione dei veterinari nell’includere il metastrongilo emergente Angiostrongylus vasorum nella diagnosi differenziale dei cani visitati per segni clinici compatibili. Veterinari di cliniche universitarie, ambulatori privati e canili raccoglievano i campioni fecali di 606 cani sintomatici di diverse aree d’Italia. I campioni venivano esaminati mediante tecnica di Baermann.

Risultavano positivi ad A. vasorum 14 cani, tutti caratterizzati da un quadro clinico differente; il motivo più comune per l’inclusione nello studio erano i segni respiratori insieme a segni generali. Il sintomo più segnalato era la tosse, seguita da distress aspecifico. Altri segni respiratori erano dispnea, tachipnea e rumori respiratori, mentre la diatesi emorragica si verificava solo in un cane. I segni gastroenterici erano diarrea e vomito, mentre non si osservavano segni neurologici.

I risultati dello studio forniscono nuovi dati sulla distribuzione di A. vasorum in Europa e confermano che l’angiostrongilosi clinica si sovrappone a una serie di altre condizioni nel cane. Gli autori sottolineano la necessità di includere questo parassita nella lista delle diagnosi differenziali nella pratica clinica in presenza di segni clinici compatibili, anche di un solo sintomo, e di effettuare i test diagnostici adeguati. A. vasorum ha un potenziale crescente di dispersione in numerose regioni europee, inclusa l’Italia, quindi una maggiore popolazione canina sarà esposta all’infezione in futuro.

"Canine angiostrongylosis in Italy: occurrence of Angiostrongylus vasorum in dogs with compatible clinical pictures.” Traversa D, Di Cesare A, Meloni S, Frangipane di Regalbono A, Milillo P, Pampurini F, Venco L. Parasitol Res. 2013 Jul; 112 (7): 2473-80. (vedi pdf)


Altre letture:
"Angiostrongylus vasorum in 20 cani della provincia di Chieti, Italia" Veterinaria Italiana, 2011, 47 (1), 65 - 76


Approfondisci su VETPEDIA: Angioatrongilosi del cane



Maria Grazia Monzeglio Med Vet PhD
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Per leggere l’articolo completo devi fare login con i tuoi codici EGO.

Scritto da
Super User

Letto 3900 volte

vetchannel nero

VETCHANNEL.IT
La formazione professionale on demand
quando vuoi, dove vuoi.

Vetpedia

eveditoria Editoria Scientifica

0
Shares