Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 7872 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Venerdì, 18 Maggio 2007

Dinamiche di trasmissione dell’epatite E tra i suini

  • Un possibile impatto sull’infezione umana
Vota questo articolo
(0 Voti)

Dinamiche di trasmissione dell’epatite E tra i suiniL’infezione da virus dell’epatite E (HEV) avviene nel suino in tempi sufficientemente precoci da rendere minimo il rischio d’infezione umana. Il rischio è invece maggiore se il tasso d’infezione da HEV nel suino si riduce; a bassi tassi d’infezione infatti la probabilità di passaggio del virus dall’animale all’uomo al macello aumenta. Sono le ipotesi di uno studio pubblicato su BMC Veterinary Research.

L’infezione HEV è una zoonosi nella quale il suino gioca un ruolo di ospite serbatoio. Il virus, presente in varie parti del mondo, può causare epatite nell’uomo, sia attraverso l’ingestione di acqua contaminata da feci suine sia attraverso il consumo di carne di maiale.

Gli autori dello studio hanno analizzato i campioni ematici di 2500 suini, ospiti naturali del virus, in allevamenti giapponesi e hanno riscontrato che, all’età di 150 giorni, più del 95% dei suini era stato infettato da HEV. Le stime hanno indicato che l’età media di infezione era pari a 59,0-67,3 giorni. I lattonzoli non contraggono il virus nei primi 30 giorni di vita, grazie agli anticorpi materni

Gli studi sull’inoculazione del virus hanno dimostrato che il virus è presente nelle feci di suino e in alcuni organi fino a 30 giorni dopo l’infezione. Ciò significa che le probabilità che il suino elimini il virus al momento della macellazione, cioè all’età di 180 giorni, sono attualmente basse. Tuttavia, se la forza infettiva declina, l’età degli animali al momento dell’infezione cresce, aumentando il numero di suini portatori ed eliminatori del virus al macello. Aumentando così il rischio di trasmissione del virus all’uomo.


“Transmission dynamics of hepatitis E among swine: Potential impact upon human infection” Kunio Satou and Hiroshi Nishiura. BMC Veterinary Research 2007, 3:9




Maria Grazia Monzeglio Med Vet PhD
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Dinamiche di trasmissione dell’epatite E tra i suiniL’infezione da virus dell’epatite E (HEV) avviene nel suino in tempi sufficientemente precoci da rendere minimo il rischio d’infezione umana. Il rischio è invece maggiore se il tasso d’infezione da HEV nel suino si riduce; a bassi tassi d’infezione infatti la probabilità di passaggio del virus dall’animale all’uomo al macello aumenta. Sono le ipotesi di uno studio pubblicato su BMC Veterinary Research.

L’infezione HEV è una zoonosi nella quale il suino gioca un ruolo di ospite serbatoio. Il virus, presente in varie parti del mondo, può causare epatite nell’uomo, sia attraverso l’ingestione di acqua contaminata da feci suine sia attraverso il consumo di carne di maiale.

Gli autori dello studio hanno analizzato i campioni ematici di 2500 suini, ospiti naturali del virus, in allevamenti giapponesi e hanno riscontrato che, all’età di 150 giorni, più del 95% dei suini era stato infettato da HEV. Le stime hanno indicato che l’età media di infezione era pari a 59,0-67,3 giorni. I lattonzoli non contraggono il virus nei primi 30 giorni di vita, grazie agli anticorpi materni

Gli studi sull’inoculazione del virus hanno dimostrato che il virus è presente nelle feci di suino e in alcuni organi fino a 30 giorni dopo l’infezione. Ciò significa che le probabilità che il suino elimini il virus al momento della macellazione, cioè all’età di 180 giorni, sono attualmente basse. Tuttavia, se la forza infettiva declina, l’età degli animali al momento dell’infezione cresce, aumentando il numero di suini portatori ed eliminatori del virus al macello. Aumentando così il rischio di trasmissione del virus all’uomo.


“Transmission dynamics of hepatitis E among swine: Potential impact upon human infection” Kunio Satou and Hiroshi Nishiura. BMC Veterinary Research 2007, 3:9




Maria Grazia Monzeglio Med Vet PhD
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Per leggere l’articolo completo devi fare login con i tuoi codici EGO.

Scritto da
Super User

Letto 2313 volte

vetchannel nero

VETCHANNEL.IT
La formazione professionale on demand
quando vuoi, dove vuoi.

Vetpedia

eveditoria Editoria Scientifica

0
Shares