Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 7842 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Cardiologia

Cardiologia (197)

Venerdì, 02 Novembre 2018

Difetto parziale del setto atrioventricolare in un coniglio

Scritto da

  • Un case report in cui viene descritta per la prima volta questa cardiopatia congenita nel coniglio domestico
rabbitLe malattie cardiache congenite sono state descritte raramente nei conigli. In questo case report sono descritte le caratteristiche cliniche, radiografiche ed ecocardiografiche in corso di difetto parziale del setto atrioventricolare in un coniglio domestico.Un coniglio maschio vaccinato di 3 mesi di età e di 380 grammi di peso corporeo è stato portato a visita per ridotta attività, aumento della frequenza respiratoria, anoressia e ridotta produzione fecale della durata di 2 giorni....

Lunedì, 02 Luglio 2018

Peptide natriuretico atriale nei gatti con e senza cardiomiopatia

Scritto da

  • L’ANP non è un parametro sufficiente per diagnosticare la cardiomiopatia, ma fornisce informazioni sulla sua gravità negli stadi più avanzati
cuore gattoÈ stato riportato che i livelli plasmatici di peptide natriuretico atriale (ANP, atrial natriuretic peptide) sono elevati nei gatti con cardiomiopatia.Uno studio prospettico di tipo multicentrico ha indagato l'accuratezza diagnostica della concentrazione di ANP nel plasma come indicatore della gravità delle cardiomiopatie....

Lunedì, 02 Luglio 2018

Farmacocinetica e farmacodinamica della torsemide PO in cavalli sani

Scritto da

  • La torasemide per via orale (4 mg/kg/giorno) è efficace nel determinare un aumento della diuresi
diuresi cavalloLa terapia diuretica rappresenta il cardine per la gestione dell'insufficienza cardiaca congestizia nei cavalli, ma il suo utilizzo è limitato a farmaci iniettabili poiché attualmente nessun dato supporta l'uso di diuretici d’ansa per via orale (PO, per os).Uno studio prospettico ha analizzato le proprietà farmacocinetiche e farmacodinamiche della torsemide somministrata per via orale e ha valutato se possa essere utilizzata in alternativa ai diuretici iniettabili nel cavall...

Venerdì, 29 Giugno 2018

Alterazioni elettrocardiografiche nei vitelli con diarrea

Scritto da

  • L’iperkaliemia conseguente alla diarrea determina un’alterazione della funzionalità dei miociti atriali nei vitelli neonati
ecgL'iperkaliemia nei vitelli neonati con diarrea può potenzialmente causare gravi anomalie della conduzione cardiaca e aritmie.Uno studio prospettico osservazionale condotto su 130 vitelli neonati (età ≤21 giorni) ha documentato i risultati dell'elettrocardiografia (ECG) e le variazioni dell'ECG associate all'aumento delle concentrazioni plasmatiche di potassio....

Mercoledì, 27 Giugno 2018

Scompenso cardiaco avanzato nel cane

Scritto da

  • Tempi di sopravvivenza più lunghi in pazienti che ricevono dosi elevate di furosemide e non ospedalizzati
cuoreI cani con insufficienza cardiaca in stadio avanzato rappresentano una sfida clinica per i veterinari, ma non ci sono studi che riportino le caratteristiche cliniche e l’outcome di questi pazienti.Uno studio si è posto l’obiettivo di descrivere i riscontri clinici e l'outcome di 54 cani con scompenso cardiaco avanzato causato da malattia degenerativa della valvola mitralica (DMVD, degenerative mitral valve disease).A fini dello studio, l'insufficienza cardiaca avanzata è stata definita come la...

Mercoledì, 13 Giugno 2018

Sedazione con dexmedetomidina e buprenorfina in corso di esame ecocardiografico nel gatto

Scritto da

  • La sedazione con dexmedetomidina e buprenorfina esercita una notevole influenza su diversi parametri dell’esame ecocardiografico
CatEchoGli agenti sedativi vengono occasionalmente utilizzati nei gatti per consentire l'esame ecocardiografico durante lo screening per malattie cardiache, come la cardiomiopatia ipertrofica (HCM, hypertrophic cardiomyopathy). A causa dei loro effetti emodinamici, i sedativi possono alterare le misurazioni ecocardiografiche.Uno studio prospettico ha valutato gli effetti della sedazione con dexmedetomidina e buprenorfina sulle variabili ecocardiografiche, sulla pressione arteriosa (PA) e sulla frequenz...

Mercoledì, 13 Giugno 2018

Fattori prognostici nei cani con malattia mixomatosa della valvola mitrale

Scritto da

  • Il volume massimo dell’atrio sinistro è risultato il più forte predittore di morte per cause cardiache
valvola mitraleLa rilevanza prognostica delle variabili morfologiche e funzionali dell'atrio sinistro (LA, left atrial), comprese quelle derivate dall'ecocardiografia speckle-tracking (STE, speckle tracking echocardiography), è stata poco studiata in medicina veterinaria.Uno studio prospettico di coorte condotto su 115 cani con malattia mixomatosa della valvola mitrale (MMVD, myxomatous mitral valve disease) ha valutato il valore prognostico di diverse variabili ecocardiografiche, prestando pa...

Mercoledì, 13 Giugno 2018

Il sotalolo come farmaco antiaritmico nel cavallo

Scritto da

  • La farmacocinetica e gli effetti elettrofisiologici del sotalolo ne supportano l’utilizzo come terapia antiaritmica a lungo termine
aritmia cavalloLe aritmie nel cavallo possono richiedere una terapia antiaritmica a lungo termine. Sfortunatamente, ad oggi, i farmaci antiaritmici ad uso orale nei cavalli sono pochi. Per il trattamento a lungo termine dei pazienti umani e dei piccoli animali viene spesso utilizzato il sotalolo, un β-bloccante e antiaritmico di classe III.Uno studio in doppio cieco controllato con placebo ha analizzato la farmacocinetica del sotalolo a dosaggi orali multipli nei cavalli e ha determinato gli e...

Mercoledì, 16 Maggio 2018

Cardiomiopatia aritmogena del ventricolo destro nel bulldog inglese

Scritto da

  • Patologia più diffusa nei soggetti di sesso maschile; tempi mediani di sopravvivenza di circa 8 mesi
bulloLa cardiomiopatia aritmogena del ventricolo destro (ARVC, Arrhythmogenic Right Ventricular Cardiomyopathy) è un'importante causa di morte improvvisa nelle persone e nei cani boxer; recentemente questa patologia è stata descritta anche nei cani di razza bulldog inglese.Uno studio retrospettivo ha descritto le caratteristiche cliniche dei bulldog inglesi con diagnosi clinica di ARVC. ...

Mercoledì, 02 Maggio 2018

Troponina I cardiaca nei gatti con cardiomiopatia ipertrofica

Scritto da

  • La troponina I cardiaca (cTnI) è utile per valutare la cardiomiopatia ipertrofica (HCM) nei gatti
cardiopatiaUno studio prospettico multicentrico ha valutato l'utilità clinica della troponina I cardiaca (cTnI, Cardiac Troponin I) nel determinare la gravità della cardiomiopatia ipertrofica (HCM, Hypertrophic Cardiomyopathy).Per questo scopo sono state misurate le concentrazioni plasmatiche di cTnI in 88 gatti clinicamente sani e in 93 gatti con HCM, compresa la cardiomiopatia ipertrofica ostruttiva, diagnosticata mediante l’ecocardiografia....

Pagina 6 di 15

vetchannel nero

VETCHANNEL.IT
La formazione professionale on demand
quando vuoi, dove vuoi.

Vetpedia

eveditoria Editoria Scientifica

0
Shares