Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 7842 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 359

Cardiologia

Cardiologia (197)

Lunedì, 13 Novembre 2017

Parvovirus associato a miocardite e fibrosi miocardica nei cani giovani

  • Nonostante la vaccinazione, CPV-2 può essere una causa importante di lesioni miocardiche
pcvLe infezioni parovirali perinatali causano miocardite necrotizzante nei cuccioli, con conseguente elevata mortalità acuta e danni cardiaci progressivi. Benché la diffusione della vaccinazione abbia drasticamente ridotto le epidemie di miocardite parvovirale canina, uno studio ha ipotizzato che le infezioni miocardiche da Parvovirus canino 2 (CPV-2) siano una causa non riconosciuta di miocardite, lesioni cardiache e/o riparazione mediante fibrosi nei cani giovani. Nello studio retrospettivo, ...

Venerdì, 10 Novembre 2017

Tetralogia di Fallot estrema e policitemia in un furetto

  • Prognosi infausta in un soggetto di 5 mesi
Schermata 2017 11 10 alle 11.16.59Un furetto (Mustela putorius furo) maschio intero di 5 mesi veniva visitato per apatia, tachipnea e intolleranza all’esercizio. All’esame clinico iniziale i due segni primari identificati erano la tachipnea e la cianosi. L’esame ematologico rivelava una grave policitemia con linfopenia, neutrofilia ed eosinofilia. L’esame radiografico rivelava cardiomegalia e un quadro polmonare alveolare diffuso. Si...

Lunedì, 09 Ottobre 2017

Linee guida per lo screening della cardiomiopatia dilatativa nel Doberman

  • ESVC: controlli annuali a vita dai 3 anni d’età
Schermata 2017 10 09 alle 08.47.10La cardiomiopatia dilatativa (DCM) è la più comune patologia cardiaca nei cani di grossa taglia ed è ereditaria nel Dobermann, con una prevalenza elevata (58%). La European Society for Veterinary Cardiology ha formato una task force per formulare le Linee guida per lo screening della DCM nel Doberman. Lo screening della DCM occulta nel Doberman dovrebbe iniziare all’età di 3 anni ed essere effettuato m...

Venerdì, 08 Settembre 2017

Miocardiopatia dilatativa in due ratti

  • Prognosi infausta nonostante il trattamento in due soggetti di due ani d’età
Schermata 2017 09 08 alle 15.18.43Due ratti (Rattus norvegicus) femmine intere di 2 anni venivano visitate per grave dispnea e tachipnea. Nel ratto 1, la radiografia del torace rivelava una grave effusione pleurica e si sospettava cardiomegalia, suggerendo una grave insufficienza cardiaca congestizia. L’ecocardiografia e la CT rivelavano un’effusione pleurica bilaterale, una grave miocardiopatia dilatativa (DCM), epatomegalia e lieve eff...

Giovedì, 02 Febbraio 2017

Pressione ematica in 780 gatti apparentemente sani

  • Più elevata in soggetti di età maggiore, irrequieti, maschi, sterilizzati e randagi
bloodLa pressione ematica sistolica media nei gatti apparentemente sani misurata mediante valutazione diretta è di circa 125 mmHg, tuttavia esiste una notevole variabilità di valori quando si utilizza la valutazione indiretta. Una maggiore età e l’effetto camice bianco sono associati a un aumento della pressione ematica sistolica. Uno studio ha descritto le misurazioni Doppler della pressione ematica di una popolazione di gatti apparentemente sani e ha valutato i fattori epidemiologici ass...

Mercoledì, 25 Gennaio 2017

Miocardiopatia dilatativa nello Schnauzer standard: 15 casi

  • Predisposizione familiare della razza alla patologia. Ereditarietà verosimilmente autosomica recessiva
dcmLa miocardiopatia dilatativa (DCM) è la patologia miocardica più comune nel cane e colpisce tipicamente i cani di taglia grossa o gigante. Uno studio ha descritto gli aspetti clinici della DCM nello Schnauzer standard.Si rivedevano le cartelle cliniche di 15 Shnauzer standard con diagnosi di DCM. L’età mediana al momento della diagnosi era di 1,6 anni e tutti i cani sviluppavano un’insufficienza cardiaca congestizia (CHF) sinistra. L’età mediana di insorgenz...

Lunedì, 23 Gennaio 2017

Prevalenza del vomito nei cani con effusione pericardica

  • Comune, in particolare nei soggetti con evidenza di ipoperfusione
effuLe effusioni pericardiche (PE) sono comuni nel cane. I segni clinici possono essere vaghi, prima dello sviluppo del tamponamento cardiaco e degli scompensi cardiovascolari associati. In alcuni cani è stata segnalata anche la presenza di vomito, tuttavia la reale prevalenza di questo sintomo nei cani con PE non è nota. Uno studio ha descritto la prevalenza del vomito associato a PE e ha determinato se tale sintomo fosse correlato alla causa di effusione, alla conce...

Mercoledì, 23 Novembre 2016

Aritmie ventricolari nel Rhodesian Ridgeback: possibili vie di trasmissione ereditaria

  • Probabile un’ereditarietà autosomica recessiva, dall’analisi del pedigree di soggetti con anamnesi familiare di aritmie o morte improvvisa
rhodUno studio prospettico ha valutato la presenza di aritmia in un gruppo di cani di razza Rhodesian Ridgeback imparentati e con un’anamnesi familiare di morte improvvisa e ha identificato le possibili modalità di trasmissione ereditaria della malattia tra questi soggetti. Si includevano 25 Rhodesian Ridgeback con linee di sangue condivise.Si valutavano i pedigree di 4 cani giovani (1 femmina e 3 maschi; età 7-12 mesi) che erano deceduti improvvisamente e si chiedeva...

Mercoledì, 02 Novembre 2016

Disordini cardiovascolari-renali nei cani con insufficienza mitralica

  • CMVD associata a una maggiore prevalenza di CKD e anemia
card1In letteratura veterinaria mancano dati riguardanti i disordini cardiovascolari-renali (CvRD) e la sindrome cardio-renale-anemia (CRAS) canina. Uno studio ha ipotizzato che esista una correlazione diretta tra classe ACVIM e stadio IRIS e che la nefropatia cronica (CKD) complichi l’insufficienza mitralica (CMVD) più frequentemente rispetto all’anemia.Si includevano 158 cani di proprietà affetti da CMVD. Si rivedevano retrospettivamente il segnalamento, i rilie...

Lunedì, 17 Ottobre 2016

Pimobendan: effetto nei cani con MMVD preclinica e cardiomegalia

  • Prolungamento del periodo preclinico di circa 15 mesi, in uno studio su 360 soggetti
mitralIl pimobendan è efficace nel trattamento dei cani con insufficienza cardiaca congestizia (CHF) secondaria a malattia degenerativa mixomatosa della valvola mitrale. L’effetto del farmaco prima dell’insorgenza della CHF è invece sconosciuto. Uno studio (clinico multicentrico prospettico randomizzato, controllato con placebo, cieco) ha ipotizzato che la somministrazione di pimobendan (0,4–0,6 mg/kg/die in dosi suddivise) nei cani con cardiomegalia secondaria...

Pagina 7 di 15

vetchannel nero

VETCHANNEL.IT
La formazione professionale on demand
quando vuoi, dove vuoi.

Vetpedia

eveditoria Editoria Scientifica

0
Shares