Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 7881 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 359

Oncologia

Oncologia (486)

Lunedì, 11 Giugno 2018

Associazione tra mortalità per cause neoplastiche e stato riproduttivo nei Golden Retriever

Scritto da

  • L’aumento dell'età, rispetto allo stato riproduttivo, sembra essere più correlato alla mortalità per cause tumorali
golden retrieverÈ stato riportato che i cani di razza Golden Retriever hanno una maggiore prevalenza di tumore rispetto ad altre razze. Vi sono anche pareri discordi riguardo l’influenza che la castrazione e la sterilizzazione potrebbero avere sulla longevità e sul rischio di sviluppare il cancro.Lo studio è stato realizzato sulla base dei referti degli esami necroscopici di 652 cani di razza Golden Retriever di cui fosse nota l’età....

Venerdì, 08 Giugno 2018

Studi tomografici dinamici per il sarcoma da inoculo del gatto

Scritto da

  • L’approccio dinamico e la scelta della tecnica per quantificare il volume della neoplasia sono importanti ai fini di una stadiazione corretta
TCI sarcomi da inoculo del gatto (FISS, feline injection-site sarcoma) sono tumori dei tessuti molli caratterizzati tipicamente da una localizzazione interscapolare e da un comportamento altamente infiltrativo. La TC è considerata la tecnica di prima scelta per la stadiazione del FISS, ipotizzando che il doppio posizionamento (approccio dinamico) sia la metodica più precisa per rilevare con successo l'esatta estensione dell'infiltrazione muscolare.Uno studio si è posto l’obiettivo di indagare l'utilit...

Mercoledì, 06 Giugno 2018

Fattori prognostici in corso di sarcoma da inoculo del gatto

Scritto da

  • Tassi di recidiva più alti in corso di resezione di tumori recidivanti rispetto a tumori primari, in caso di margini “sporchi” e in base alla localizzazione del tumore
FelineVAS300A causa della sua crescita altamente infiltrativa, il sarcoma da inoculo del gatto (FISS, feline injection-site sarcoma) comporta un rischio significativo di recidiva locale del tumore. Uno studio ha esaminato i parametri di possibile significato prognostico (ad es. dimensioni e localizzazione del tumore, resezione di tumori de novo rispetto a tumori recidivanti e margini chirurgici privi di cellule neoplastiche) in relazione alla loro influenza sul tasso di recidiva (TR), sull’inter...

Mercoledì, 11 Aprile 2018

Prevalenza della proteinuria nei cani oncologici

Scritto da

  • Circa la metà dei cani oncologici ha proteinuria; nella maggior parte dei casi si tratta di una proteinuria borderline
UPCUno studio prospettico ha valutato la prevalenza della proteinuria nei cani afferiti per la prima volta presso il servizio di oncologia dell’università della Georgia.Sono stati inclusi 60 cani di proprietà con una diagnosi confermata di neoplasia, ad eccezione dei soggetti con tumore a carico del tratto urinario inferiore. Di ogni soggetto sono stati raccolti i dati relativi al segnalamento, diagnosi oncologica, precedenti trattamenti oncologici, terapie attuali e l’anamnesi relativa ad eventuali ...

Mercoledì, 28 Marzo 2018

Mieloma multiplo nel cane: terapia e fattori prognostici

Scritto da

  • Melphalan efficace sia in regime pulsatile che giornaliero; malattia renale e rapporto neutrofili/linfociti sono fattori prognostici negativi
MMIl mieloma multiplo (MM, multiple myeloma) nel cane viene tipicamente trattato con il melphalan. Un piano terapeutico basato su somministrazioni giornaliere di melphalan è ben tollerato e associato ad un outcome favorevole. In maniera aneddotica, è riportato che anche il regime pulsatile sia efficace, ma in letteratura sono disponibili solo pochi dati riguardo l’outcome a lungo termine e la sicurezza di tale regime farmacologico per i cani con MM.Gli obiettivi di uno studio retrospettivo di coorte son...

Venerdì, 09 Marzo 2018

Linfoma gastrointestinale nel cane

Scritto da

  • Elevato tasso di risposta alla chemioterapia e tempi di sopravvivenza favorevoli
linfomaUno studio ha descritto la presentazione clinica, il trattamento e la prognosi dei cani con linfoma gastrointestinale a basso grado.A questo scopo sono state incluse le cartelle cliniche di cani in cui la diagnosi di linfoma gastrointestinale a basso grado è stata effettuata tramite una combinazione tra istologia e immunoistochimica associata o meno all’analisi della PCR per il riarrangiamento del recettore per l’antigene....

Mercoledì, 28 Febbraio 2018

Mastocitoma felino: valutazione retrospettiva dell’utilizzo di toceranib fosfato

Scritto da

  • Beneficio clinico nell’80% dei casi; effetti avversi di basso grado nel 60% dei casi
mastocitoma gattoUno studio si è basato sull’esperienza di specialisti veterinari che praticano l’uso di toceranib nei gatti con mastocitoma allo scopo di fornire una valutazione iniziale dei possibili benefici clinici ed effetti avversi....

Venerdì, 09 Febbraio 2018

Sarcoma istiocitario: predisposizione di razza nello Schnauzer nano?

  • Razza maggiormente rappresentata in uno studio, con possibile fattore di rischio ereditario
Schermata 2018 02 07 alle 09.06.49Uno studio descrive una casistica di Schnauzer nani con sarcoma istiocitario e valuta la possibile predisposizione di razza. Tra il 2008 e il 2015 si diagnosticava la neoplasia in 14 Schnauzer nani; questa razza risultava quindi maggiormente rappresentata nella popolazione della clinica. La patologia era considerata localizzata in 10 cani e disseminata in 4. Tra i soggetti con neoplasia localizzata, in 9 si ...

Mercoledì, 07 Febbraio 2018

Tumori cutanei felini: studio retrospettivo su più di 9000 casi

  • I dieci più comuni tipi tumorali cutanei costituivano l’80,7% dei casi
 Schermata 2018 02 05 alle 17.06.10Uno studio ha utilizzato un ampio database di un laboratorio diagnostico veterinario in UK per accertare la prevalenza delle diverse forme di neoplasie cutanee nella popolazione felina ed identificare eventuali predisposizioni di razza, sesso o età per i tumori più comuni (periodo 2006-2013).Dei 219.083 campioni felini inviati, le masse cutanee costituivano il 4,4% e le relative diagnosi erano 89. Sol...

Lunedì, 29 Gennaio 2018

Microbiota fecale dei cani affetti da linfoma multicentrico

  • Differenze significative rispetto ai cani sani di controllo
linfIl linfoma maligno di tipo B è la neoplasia ematopoietica più comune nel cane. Cambiamenti del miocrobiota intestinale sono stati implicati in alcuni tipi di tumori umani. Uno studio prospettico caso-controllo ha inteso determinare le differenze del microbiota fecale tra cani di controllo sani e cani con linfoma multicentrico.Si includevano 12 cani affetti da linfoma multicentrico di tipo B in stadio III-IV e 21 cani sani. I campioni fecali di ciascun cane erano analizzati consequenziament...

Pagina 9 di 35

vetchannel nero

VETCHANNEL.IT
La formazione professionale on demand
quando vuoi, dove vuoi.

Vetpedia

eveditoria Editoria Scientifica

0
Shares