Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 7870 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Lunedì, 17 Ottobre 2022

Mutazioni genetiche nei cavalli con malattie neuromuscolari

Scritto da

  • Analisi istologiche e genetiche sono essenziali nell'approccio alle malattie muscolari
cavallo neuromuscolariLe varianti genetiche dannose rappresentano un'importante causa di malattia del muscolo scheletrico. La valutazione immunoistochimica delle biopsie muscolari è il metodo standard per la diagnosi delle malattie muscolari. Nei cavalli con malattia muscolare, risulta ad oggi sconosciuta, la prevalenza di alleli che causano paralisi periodica iperkaliemica (HYPP), ipertermia maligna (MH), miopatia da accumulo di polisaccaridi di tipo 1 (PSSM1), deficit dell...

Lunedì, 03 Ottobre 2022

Isolamento di un nuovo papillomavirus nei cavalli italiani

Scritto da

  • Tutti gli undici pazienti erano asintomatici
papillomavirus equiLe infezioni da papillomavirus (PV) possono essere correlate a lesioni ano-genitali e allo sviluppo del cancro nelle persone e in molte altre specie animali. Ad oggi, sono stati riportati 11 diversi PV nei cavalli. Tra questi, un PV recentemente descritto, chiamato Equus caballus Papillomavirus Type9 (EcPV9), è stato isolato nel seme di uno stallone con lesioni peniene in Australia. Gli autori di questo studio riportano per la prima volta la presenz...

Lunedì, 17 Ottobre 2022

Prevalenza di Leishmania infantum negli animali da compagnia

Scritto da

  • Si riscontrava una prevalenza del 30% sia nei cani che nei gatti
leish felineI cani sono il principale serbatoio di Leishmania infantum e mettono in evidenza differenti pattern immunologici correlati alla progressione dell'infezione nelle varie fasi della malattia. I dati sulla risposta immunitaria adattativa di L. infantum felino sono scarsi. Gli autori di questo studio, pertanto, miravano a confrontare la prevalenza e la risposta immunologica di cani e gatti con leishmaniosi canina appartenenti alla stessa area endemi...

Mercoledì, 12 Ottobre 2022

Utilizzo del clorambucile nel linfoma nasale del gatto

Scritto da

  • Tutti i pazienti mostravano un basso indice mitotico
linfoma nasale gattoIl linfoma risulta essere il tumore più comune della cavità nasale nei pazienti felini. Le modalità di trattamento comunemente utilizzate sono la radioterapia e la chemioterapia, o entrambe. I tipici protocolli chemioterapici utilizzati nei gatti con linfoma nasale comprendono: il COP (ciclofosfamide, vincristina prednisolone) e il CHOP (ciclofosfamide, doxorubicina, vincristina e prednisolone). Finora, l'utilizzo di clorambucile in monoterapia nel linfom...

Venerdì, 07 Ottobre 2022

Rilievi diagnostici dei gatti con enteropatia cronica

Scritto da

  • Il 25% dei gatti presentava ipoprotidemia
enteropatia catPochi studi hanno valutato le proteine totali (TP) ed il profilo elettroforetico delle proteine ​​sieriche (SPE) in gatti con enteropatia cronica (CE). In questo studio, gatti con diagnosi di CE sono stati presi in considerazione dagli autori per studiare le relazioni tra TP, SPE ed endoscopia, istopatologia e coinvolgimento extraintestinale. Sono quindi state revisionate le cartelle cliniche dei gatti con una storia di sintomi gastrointestinali cronici e una...

Lunedì, 03 Ottobre 2022

Matrici alternative per la tipizzazione dei gruppi sanguigni dei cani e gatti

Scritto da

  • Sono stati utilizzati campioni di liquidi patologici macroscopicamente ematici
tipizzazioneGli autori dello studio in oggetto avevano l’obiettivo di esaminare l'accuratezza del test di tipizzazione dei gruppi sanguigni del cane e del gatto, effettuato a partire da campioni di liquidi patologici macroscopicamente sospettati di contenere eritrociti. Gli esiti del test venivano comparati ai risultati ottenuti da campioni di sangue intero, considerata la matrice standard per la tipizzazione dei gruppi sanguigni.Sono stati inclusi in maniera prospettica cani e gatti...

Lunedì, 17 Ottobre 2022

Tasso di incidenza di tumori nella specie canina

Scritto da

  • I tumori più diffusi erano quelli mammari
boxer tumorLa caratterizzazione di un processo tumorale si basa su una precisa diagnosi istopatologica che tiene conto del segnalamento dell'animale affetto da tale malattia. Gli autori del presente studio hanno operato un'indagine statistica completa e aggiornata su: tipo e frequenza del tumore e predisposizione di razza nei cani affetti da neoplasia in Germania. Sono stati analizzati ed elaborati retrospettivamente i referti istopatologici di 109616 campioni bioptici (nel periodo 2014...

Mercoledì, 12 Ottobre 2022

Effetti del pimobendan sulla funzionalità renale dei cani cardiopatici

Scritto da

  • Studio prospettico su 30 cani non azotemici con MMVD in stadio B2
ckcsIl pimobendan potrebbe avere effetti favorevoli sulla funzionalità renale, ma questo non è stato ben studiato nei cani con degenerazione mixomatosa della valvola mitralica (MMVD). Lo scopo degli auotri dello studio era quello di determinare gli effetti del pimobendan, somministrato a dosi standard (SD_pimo) e ad alte dosi (HD_pimo), sulla velocità di filtrazione glomerulare (GFR), sulla dimensione e funzione cardiaca dei cani con MMVD asintomatica.Trenta cani non azotemici con MMVD...

Venerdì, 07 Ottobre 2022

Metodi di misurazione del valore ematocrito nel cane

Scritto da

  • Le metodiche differenti dalla centrifugazione tendono a sottostimare l'ematocrito
ematocritoLe decisioni in ambito clinico sono talvolta influenzate dal valore ematocrito del paziente. Per la determinazione dell'ematocrito sono spesso usati, in maniera intercambiabile, metodi di centrifugazione (standard di riferimento), di conducibilità, ottici e ad impedenza. Non è stata, ad oggi, valutata l’eventuale interferenza dell’albumina sulle varie metodiche di misurazione dell’ematocrito nei piccoli animali. In questo studio, il sangue venoso canino è stato pr...

Lunedì, 03 Ottobre 2022

Traumi cranio-maxillo-facciali nei cani cuccioli

Scritto da

  • Le ossa mascellari si fratturavano più frequentemente
trauma craniomaxilloIl trattamento del trauma cranio-maxillo-facciale (CMF) nei cani richiede spesso un approccio multidisciplinare e una comprensione approfondita delle strutture anatomiche CMF coinvolte. Gli autori di questo studio retrospettivo avevano l’obiettivo di utilizzare la tomografia computerizzata (TC) su cani cuccioli, valutati per traumi CMF, al fine di descrivere: le posizioni comuni delle fratture, le modalità di trattamento, le complicanze e l’outcome di g...

Pagina 9 di 891

vetchannel nero

VETCHANNEL.IT
La formazione professionale on demand
quando vuoi, dove vuoi.

Vetpedia

eveditoria Editoria Scientifica

0
Shares