Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 7870 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Visualizza articoli per tag: Cane

Martedì, 27 Settembre 2022 23:22

Tasso di incidenza di tumori nella specie canina

boxer tumorLa caratterizzazione di un processo tumorale si basa su una precisa diagnosi istopatologica che tiene conto del segnalamento dell'animale affetto da tale malattia. Gli autori del presente studio hanno operato un'indagine statistica completa e aggiornata su: tipo e frequenza del tumore e predisposizione di razza nei cani affetti da neoplasia in Germania. Sono stati analizzati ed elaborati retrospettivamente i referti istopatologici di 109616 campioni bioptici (nel periodo 2014-2019).

Malattie non neoplastiche sono state riscontrate in 38650 campioni (35,3%); sono state, invece, diagnosticate 70966 neoplasie (64,7%). Le neoplasie più comuni erano: tumori mammari (21,9%), tumori cutanei epiteliali benigni (15,4%), mastocitomi (9,7%), istiocitomi (7,0%), sarcomi dei tessuti molli (5,8%), lipomi (5,8%), tumori melanocitici (5,2%) e tumori odontogeni (4,7%). In generale, Beagle, Magyar Vizslas, Boxer, Schnauzer, Spaniel, Bulldog francesi e Golden Retriever avevano un rischio maggiore di presentare una neoplasia (odds ratio 1,17-1,46; tutti: p ≤0,001), rispetto ai cani meticci. In particolare, Boxer, Golden Retriever, Rottweiler e Schnauzer erano spesso affetti da neoplasie maligne, mentre altre razze (es. West Highland White Terrier, Magyar Vizsla, Chihuahua, Bassotto e Yorkshire Terrier) erano più frequentemente affette da neoplasie benigne. Nonostante il rischio noto di emangiosarcoma nel pastore tedesco, altri tumori maligni erano rari in questa razza. 

Disciplina Oncologia

cane ecocardioL’obiettivo di questo studio era quello di valutare l'accuratezza di alcune variabili ecocardiografiche per predire la risposta alla fluidoterapia nei cani ospedalizzati con emodinamica compromessa e ipoperfusione tissutale.

Sono stati inclusi nello studio 44 cani ospedalizzati emodinamicamente instabili e con ipoperfusione tissutale. Tutti i cani sono stati sottoposti ad esame ecocardiografico prima e dopo la fluidoterapia con 30 ml/kg di Ringer lattato.

Disciplina Cardiologia

ckcsIl pimobendan potrebbe avere effetti favorevoli sulla funzionalità renale, ma questo non è stato ben studiato nei cani con degenerazione mixomatosa della valvola mitralica (MMVD). Lo scopo degli auotri dello studio era quello di determinare gli effetti del pimobendan, somministrato a dosi standard (SD_pimo) e ad alte dosi (HD_pimo), sulla velocità di filtrazione glomerulare (GFR), sulla dimensione e funzione cardiaca dei cani con MMVD asintomatica.

Trenta cani non azotemici con MMVD in stadio B2 sono stati arruolati in questo studio clinico prospettico, randomizzato, in doppio cieco, controllato con placebo. I cani sono stati sottoposti a esame ecocardiografico, valutazione del GFR (clearance dell'iohexolo), del frammento amino-terminale del peptide natriuretico cerebrale (NT-proBNP) e score sulla qualità di vita (QOL) al tempo basale, e da 7 a 10 giorni dopo la somministrazione di: placebo (n = 6), SD_pimo da 0,2 a 0,3 mg/kg q12 (n = 12) o HD_pimo da 0,5 a 0,6 mg/kg q12h (n = 12).

Disciplina Nefrologia-Urologia

downloaddogL’obiettivo di questo studio era quello di descrivere i segni clinici, le patologie concomitanti, il trattamento e l'outcome dei cani con osteopatia metafisaria.

Sono state valutate, in modo retrospettivo, le cartelle cliniche di quattro centri di referenza per identificare i cani con diagnosi radiografica di osteopatia metafisaria.

Disciplina Ortopedia
Martedì, 27 Settembre 2022 23:08

Metodi di misurazione del valore ematocrito nel cane

ematocritoLe decisioni in ambito clinico sono talvolta influenzate dal valore ematocrito del paziente. Per la determinazione dell'ematocrito sono spesso usati, in maniera intercambiabile, metodi di centrifugazione (standard di riferimento), di conducibilità, ottici e ad impedenza. Non è stata, ad oggi, valutata l’eventuale interferenza dell’albumina sulle varie metodiche di misurazione dell’ematocrito nei piccoli animali. 

In questo studio, il sangue venoso canino è stato prelevato da 74 pazienti e misurato mediante centrifugazione (n = 72), conducibilità (n = 73), metodi ad impedenza (n = 24) e ottici (n = 50). L'analisi di Bland-Altman ha determinato la bias (± SD) e il 95% di limite di agreement (LOA) tra i metodi. 

Disciplina Ematologia

EPPS caneL’obiettivo di questo studio era quello di descrivere l’outcome a breve e lungo termine in seguito all'attenuazione degli shunt portosistemici extraepatici congeniti nel cane utilizzando un nuovo dispositivo chirurgico in polietilene.

Sono state valutate, retrospettivamente, le cartella cliniche dei cani con shunt portosistemico extraepatico congenito trattati mediante tecnica del polyethylene banding.

Disciplina Chirurgia generale
Martedì, 27 Settembre 2022 23:03

Traumi cranio-maxillo-facciali nei cani cuccioli

trauma craniomaxilloIl trattamento del trauma cranio-maxillo-facciale (CMF) nei cani richiede spesso un approccio multidisciplinare e una comprensione approfondita delle strutture anatomiche CMF coinvolte. Gli autori di questo studio retrospettivo avevano l’obiettivo di utilizzare la tomografia computerizzata (TC) su cani cuccioli, valutati per traumi CMF, al fine di descrivere: le posizioni comuni delle fratture, le modalità di trattamento, le complicanze e l’outcome di guarigione della frattura.

Sono state revisionate le cartelle cliniche e gli studi TC di 94 cani di età inferiore a 1 anno. È stata registrata la posizione delle fratture CMF, nonché la gravità dello spostamento e della frammentazione di ciascuna struttura ossea. Sono stati valutati anche i dati demografici dei pazienti e l'eziologia del trauma. 

image 24Nel cane, l'alopecia ciclica dei fianchi (Canine flank alopecia, CFA) è caratterizzata da alopecia non infiammatoria, occasionalmente iperpigmentata, che ricorre stagionalmente, prevalentemente nell'area toracolombare. Studi pregressi suggeriscono che una ridotta produzione di melatonina endogena può svolgere un ruolo nella patogenesi di questa condizione patologica. Tuttavia, non sono presenti in letteratura studi controllati con placebo sull'efficacia del trattamento preventivo con melatonina. L’obiettivo di questo studio era quello di valutare l'efficacia di un impianto sottocutaneo di melatonina a lento rilascio nella prevenzione della recidiva di CFA.

Sono stati inclusi nello studio in modo prospettico 21 cani di proprietà con una storia di CFA. Al tempo (T)0, è stato eseguito un esame fisico e dermatologico generale su ciascun cane, è stato collezionato il sangue e sono state prelevate due biopsie cutanee da aree alopeciche. Sono stati inclusi soltanto cani con esami del sangue nella norma e risultati istologici compatibili con CFA. I cani partecipanti sono stati assegnati in modo casuale a ricevere placebo o 18 mg di melatonina per via sottocutanea nell'area interscapolare, circa 2 mesi prima dell'insorgenza prevista di CFA (T1). La recidiva di CFA è stata valutata qualitativamente come completa, recidiva ≤50% oppure nessuna recidiva dopo 5 (T2) e 7 (T3) mesi dalla somministrazione di melatonina.

Disciplina Dermatologia
Mercoledì, 14 Settembre 2022 14:55

Management della giardiasi canina

giardiasi caneGiardia spp. è un protozoo flagellato in grado di causare diarrea nei mammiferi. Alcune specie di Giardia sono potenzialmente zoonotiche. Nell'ambito di uno studio sulla salute pubblica, un'indagine web basata su questionari circa il potenziale zoonotico della giardiasi canina 

è stata distribuita a veterinari statunitensi di animali di piccola taglia. I questionari valutavano: la prevalenza, le metodiche diagnostiche e di trattamento preferite, le misure di controllo raccomandate e le informazioni comunicate.

PortugueseWaterDog FeaturedImageL'emorragia surrenalica non-traumatica (Nontraumatic adrenal hemorrhage, NTAH) è stata associata al rilascio di catecolamine indotto dallo stress secondario a condizioni patologiche come sepsi e, nell’uomo, recenti interventi chirurgici. Quando sono coinvolte entrambe le ghiandole surrenali, La NTAH può determinare lo sviluppo di ipoadrenocorticismo primario (primary hypoadrenocorticism, HOAC).

Questo case report descrive il caso clinico di un cane maltese maschio di 10 anni in cui è stato rilevato un ispessimento bilaterale delle ghiandole surrenali dopo un intervento chirurgico addominale. Il cane ha mostrato segni clinici e alterazioni laboratoristiche compatibili con HOAC, ma è stato impostato il trattamento per una sospetta insufficienza corticosurrenalica relativa. Tuttavia, i segni clinici sono recidivati dopo la riduzione della dose di idrocortisone e, all’esame ecografico di controllo, è stata osservata una riduzione delle dimensioni delle ghiandole surrenali. I test endocrini hanno confermato la diagnosi di HOAC.

Disciplina Chirurgia generale
Pagina 4 di 250

vetchannel nero

VETCHANNEL.IT
La formazione professionale on demand
quando vuoi, dove vuoi.

Vetpedia

eveditoria Editoria Scientifica

0
Shares