Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 7870 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Visualizza articoli per tag: Cavallo

Equine Health Cover PhotoI farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS) possono causare colite dorsale destra, ma mancano ad oggi studi clinici longitudinali. L’obiettivo di questo studio era quello di indagare se i cavalli trattati con FANS in un contesto clinico possano sviluppare una patologia del colon dorsale destro.

Sono stati inclusi nello studio: 1) cavalli ospedalizzati con patologie non-gastrointestinali trattati con FANS per più di 4 giorni, 2) cavalli di proprietà ospedaliera (utilizzati per le attività didattiche) e cavalli ospedalizzati di proprietà del cliente con patologie non-gastrointestinali, non trattati con FANS (gruppo di controllo). Tutti i cavalli sono stati monitorati nel tempo tramite valutazioni cliniche (focalizzando l’attenzione sulla presenza di coliche, depressione, appetito ridotto, feci non formate), misurazioni ecografiche della parete intestinale, esame delle feci per valutare la presenza di sangue occulto e analisi del sangue (concentrazione di proteine ​​totali e albumine, globuli bianchi e conta dei neutrofili). Gli outcome sono stati registrati come: "ispessimento ecografico delle pareti del colon dorsale destro (right dorsal colon, RDC)", "colite" e "colite dorsale destra". I risultati nel tempo sono stati confrontati con i valori basali e con i cavalli del gruppo di controllo.

Disciplina Gastroenterologia

clorexiGli autori di questo studio prospettico avevano l’obiettivo di descrivere le proprietà battericide e fungicide di una soluzione di clorexidina (CHD) allo 0,0005% potenziata con tamponi EDTA-Tris (CHD-EDTA-Tris) e valutarne la sicurezza quando utilizzata nel tratto respiratorio superiore (URT) di cavalli normali.

Diluizioni seriali e singole in vitro di CHD-EDTA-Tris e EDTA-Tris sono state valutate per l'attività battericida e fungicida contro Aspergillus fumigatus, Escherichia coli, Staphylococcus aureus, Streptococcus equi ssp. equi, Streptococcus equi ssp. zooepidemicus e Pseudomonas aeruginosa. In vivo, otto cavalli sani sono stati trattati per via topica due volte con 30 ml di 0,0005% CHD-EDTA-Tris. Sono stati valutati campioni di mucosa da ciascuna posizione delle vie respiratorie superiori per la presenza di infiammazioni o lesioni patologiche.

Disciplina Broncopneumologia

istock 153497448 groomee pony with laminitisDiverse ricerche hanno dimostrato il ruolo dell'insulina nella laminite endocrinopatica e questo ha notevolmente migliorato la comprensione della laminite nel cavallo. Tuttavia, non è noto se queste conoscenze sono state tradotte nella pratica clinica quotidiana. Gli obiettivi di studio erano: 1) indagare l'attuale approccio diagnostico dei medici veterinari alla laminite e se questo sia cambiato nel tempo; 2) valutare l'impatto della diagnosi di un'endocrinopatia sottostante sulla gestione e sull'outcome del cavallo con laminite.

Sono stati condotti due sondaggi online intervistando medici veterinari equini che lavorano nel Regno Unito. Il primo sondaggio ha ottenuto la partecipazione di 141 medici veterinari, laureati da un tempo mediano di 8 anni prima dell’inizio dello studio. Complessivamente, l'83,6% degli intervistati (n = 117/140) ha affermato di aver cambiato il proprio approccio diagnostico alla laminite da quando si è laureato, principalmente attraverso un uso maggiore dei test endocrini (88,7%; n = 86/97). Il 99% (n = 140/141) dei medici veterinari affermava di avere eseguito dei test endocrini per alcuni o tutti i casi di laminite come indagine diagnostica iniziale e/o successiva. Il secondo sondaggio ha ottenuto la partecipazione di 120 medici veterinari; tra questi, più del 76% degli intervistati ha affermato che la diagnosi di patologie endocrine sottostanti ha fortemente influenzato la loro gestione dei casi di laminite. Laddove è stata identificata un'endocrinopatia, il 75% (n = 90/120) ha ritenuto che la comunicazione con il cliente riguardo alla laminite fosse facilitata e più del 67% ha affermato che il trattamento dell'endocrinopatia fosse efficace nel ridurre il rischio di recidiva della laminite.

Disciplina Endocrinologia

uveite cavalloL'uveite ricorrente equina (ERU), è una malattia infiammatoria intraoculare cronica su base immunomediata che rappresenta la causa più comune di cecità nei cavalli. La gravità e la natura ricorrente dell'ERU rendono difficile il trattamento con le attuali terapie che portano a una prognosi oftalmologica sfavorevole. Lo spazio sovracoroidale (SCS), un potenziale spazio tra la coroide e la sclera che circonda il segmento posteriore oculare, offre un sito alternativo promettente per l'applicazione dei farmaci a livello oculare. Si ipotizza che la somministrazione di corticosteroidi all'interno di questo spazio possa essere sicura ed efficace nel controllo dell'infiammazione intraoculare, specialmente nei cavalli con ERU scarsamente reattiva.

In questo studio sono stati inclusi retrospettivamente 29 cavalli (36 occhi totali) con ERU non ben controllata mediante trattamento standard dell'uveite, che hanno ricevuto iniezione SCS di triamcinolone acetonide (TA). Un punteggio di infiammazione oculare standardizzato (OIS) è stato utilizzato per valutare l'infiammazione al momento dell'iniezione e al tempo di follow-up.

Disciplina Oftalmologia
Sabato, 24 Aprile 2021 13:10

Utilizzo della fluidoterapia nel cavallo

water tank horse istock 178526571 2400Nonostante il frequente utilizzo della fluidoterapia nel trattamento di molte condizioni patologiche del cavallo, sono scarsi gli studi presenti in letteratura in grado di fornire raccomandazioni specie-specifiche basate sull'evidenza. Pertanto, la fluidoterapia nel cavallo si basa sull'applicazione della fisiologia e su dati estrapolati da studi condotti in altre specie di interesse veterinario e/o evidenze nell’ambito della medicina umana. I principi fisiologici che stanno alla base dell'uso dei fluidi in medicina sono, a prima vista, chiari e semplici da comprendere. Tuttavia, negli ultimi 20 anni, diversi studi in medicina umana hanno dimostrato che le raccomandazioni basate sulla teoria in combinazione con studi clinici sperimentali e/o di piccole dimensioni non si traducono sempre nell’attuazione delle migliori prassi. Di conseguenza, in medicina umana, il tipo di fluidi, i volumi da utilizzare e le vie di somministrazione costituiscono oggetto di dibattito. Ad esempio, è stato messo in discussione l'uso di Sodio Cloruro (NaCl) 0.9% come fluido sostitutivo d’elezione e i benefici teorici dei colloidi non si sono tradotti in benefici reali nella pratica clinica, dal momento che gli effetti negativi sono risultati essere maggiori del previsto.

In questa review sono stati valutati gli studi presenti in letteratura veterinaria sulla fluidoterapia equina, sono state esplorate le connessioni con le controversie presenti nell’ambito della medicina umana e in altre specie veterinarie e, ove appropriato, sono state formulate delle raccomandazioni basate sull'evidenza scientifica riguardo l'utilizzo della fluidoterapia nel cavallo adulto. La presente review si focalizza sulle decisioni relative all’utilizzo di cristalloidi, colloidi sintetici e plasma.

Disciplina Medicina interna

probioticI batteri probiotici sono ampiamente utilizzati come integratori alimentari e nell’ambito del management terapeutico del bestiame e degli animali da compagnia. Lo scopo di questa review era quello di riassumere le attuali evidenze che riportano la sicurezza, la tollerabilità e l'efficacia dell'uso di batteri probiotici nella specie equina. È stata condotta una ricerca online di cinque database per studi che riportano l'uso di batteri probiotici in cavalli sani o con malattie gastrointestinali o extraintestinali.

Complessivamente, 18 articoli erano idonei per la revisione completa. Non sono stati identificati negli equidi benefici chiari per supportare l'integrazione di batteri probiotici per migliorare la digestione dell'amido e delle fibre, né per il trattamento delle coliche o la prevenzione della salmonellosi. Sono stati osservati risultati contrastanti nei puledri neonatali. In risposta alla somministrazione di dosi elevate di nuove specie batteriche probiotiche sono stati riportati esacerbazione della diarrea e ulteriori eventi avversi. Batteri probiotici somministrati ai cavalli che facevano esercizio, miglioravano la capacità aerobica e la resistenza. La maggior parte delle specie batteriche probiotiche utilizzate negli studi sugli equini sono specie batteriche comunemente utilizzate per il consumo umano e commensali del microbiota gastrointestinale umano. 

Disciplina Gastroenterologia

PPID cavalloIl trattamento della disfunzione della pars intermedia dell'ipofisi (pituitary pars intermedia dysfunction, PPID) nel cavallo prevede una terapia medica giornaliera con pergolide. Tuttavia, la compliance del proprietario e il suo effetto sul controllo della PPID non sono mai stati studiati.

Sono state valutate, in modo retrospettivo, le cartelle cliniche per identificare i cavalli con PPID trattati con pergolide dal 2016 al 2019. In ogni soggetto è stato registrato il segnalamento e calcolata la dose di pergolide ricevuta. In base alla compliance del proprietario, gli animali sono stati classificati come “compliante” (soggetti che ricevevano ≥90% della dose di pergolide raccomandata dal medico veterinario) o “non compliante”. Inoltre, i cavalli sono stati classificati come “controllato” (concentrazione basale di ormone adrenocorticotropo all'interno dell’intervallo di riferimento al follow-up) o “non controllato”.

Disciplina Endocrinologia

cav2La chirurgia nei cavalli che combina sedativi endovenosi, analgesici e anestesia locale sta diventando sempre più popolare. Il blocco del nervo peribulbare (PB) guidato da ultrasuoni (USG) è stato descritto nei cani e negli esseri umani per la chirurgia facciale e oculare, riducendo il rischio di complicanze rispetto al blocco del nervo retrobulbare (RB). Gli autori di questo studio avevano pertanto l’obiettivo di descrivere una nuova tecnica per USG PB in cadaveri di cavalli.

I punti di repere e la tecnica PB sono stati descritti in due teste di cadavere equine (fase 1), con immagini di tomografia computerizzata (TC) che confermano la posizione e la diffusione del contrasto. Nella fase 2, dieci teste di cadavere equine sono state randomizzate tra due operatori naïve al PB USG con esperienza moderata con l'ecografia e confrontate "in cieco" rispetto a RB convenzionale. Entrambe le tecniche sono state dimostrate una volta. Successivamente, gli operatori hanno eseguito cinque USG PB e cinque RB ciascuno. La posizione e la diffusione del contrasto sono state valutate mediante TC. Il successo del sito di iniezione è stato definito per USG PB come contrasto extraconale e per contrasto intraconale nel caso di RB.

Disciplina Anestesiologia

cornea horseGli autori dello studio avevano lo scopo di descrivere l'applicazione clinica della biomicroscopia ad ultrasuoni (UBM) per valutare le malattie corneali nella sepcie equina.

Le immagini sono state ottenute utilizzando un sistema di biomicroscopia a ultrasuoni con sonda a 50 MHz (Quantel Aviso) e un coprisonda Clear Scan®. Sei cavalli con malattia corneale sono stati valutati tramite UBM per dimensione della lesione, profondità della lesione e l’integrità della membrana di Descemet. I cavalli sono stati sedati e hanno ricevuto blocchi del nervo auricolopalpebrale e l'applicazione di anestetico topico prima dell'UBM.

Disciplina Oftalmologia

Otoematoma cavalloLo scopo del presente studio era quello di descrivere le caratteristiche cliniche, il trattamento e l'outcome dell’ematoma auricolare nel cavallo.

Sono stati inclusi, in modo retrospettivo, 7 cavalli con 1 o 2 ematomi auricolari (totale 8 ematomi) trattati presso un Ospedale Veterinario Universitario dal 2008 al 2019. I dati raccolti dalle cartelle cliniche includevano: segnalamento, dati anamnestici, segni clinici, procedure diagnostiche (inclusa la valutazione dermatologica) e trattamento. L'outcome è stato determinato tramite la documentazione presente nella cartella clinica o contatto telefonico con i proprietari o veterinari referenti.

Disciplina Chirurgia generale
Pagina 7 di 141

vetchannel nero

VETCHANNEL.IT
La formazione professionale on demand
quando vuoi, dove vuoi.

Vetpedia

eveditoria Editoria Scientifica

0
Shares