Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 7870 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Visualizza articoli per tag: Cavallo

eye horseL'occhio ospita una miriade di organismi batterici, fungini e virali che probabilmente influenzano la fisiologia della superficie oculare in stati patologici e parafisiologici. Il mycobiota della superficie oculare dei cavalli non è stato ancora descritto utilizzando le tecniche NGS. Questo studio mirava a caratterizzare il microbiota fungino della superficie oculare (mycobiota) in cavalli sani in 2 condizioni ambientali (in stallo e al pascolo).

 I tamponi congiuntivali di entrambi gli occhi sono stati ottenuti da 7 stalloni adulti allevati in un padiglione all'aperto e 5 fattrici adulte che vivono al pascolo. Il DNA genomico è stato estratto dai tamponi della superficie oculare e sequenziato utilizzando primer che mirano alla regione dello spaziatore interno trascritto 1 (ITS1) del genoma fungino su una piattaforma Illumina. Le sequenze sono state elaborate utilizzando Quantitative Insights Into Molecular Ecology (QIIME 2.0) e la tassonomia assegnata con Findley et al. Database ITS1 2013. 

CGMS HorsesQuesto studio pilota descrive la fattibilità, la gestione e il costo per l’utilizzo di un sistema di monitoraggio continuo del glucosio (continuous glucose monitoring, CGM) in cavalli adulti e puledri in condizioni critiche.

Sono state confrontate le misurazioni del glucosio ottenute tramite il dispositivo CGM con le concentrazioni di glucosio ematiche (blood glucose, BG). Sono stati inclusi, in modo prospettico, puledri neonati (0-2 settimane di età) e cavalli adulti (> 1 anno), ricoverati nel periodo marzo-maggio 2016, che presentavano parametri clinici e di laboratorio compatibili con una sindrome da risposta infiammatoria sistemica (systemic inflammatory response syndrome, SIRS). La concentrazione ematica di glucosio è stata monitorata ogni 4 ore tramite utilizzo di un glucometro e un emogasanalizzatore. Il dispositivo CGM è stato applicato su sei cavalli adulti e quattro puledri, ma i dati del glucosio sono stati ottenuti con successo solo in quattro cavalli adulti e un puledro.

Disciplina Endocrinologia

laminitis horseLa disregolazione dell'insulina (ID) è un fattore di rischio chiave per lo sviluppo della laminite endocrinopatica equina, ma in molti casi l'ID può essere valutata con precisione solo utilizzando test dinamici. L'identificazione di altri biomarker potrebbe fornire un metodo diagnostico alternativo o aggiuntivo, per consentire un intervento profilattico prima che si sviluppi la laminite. Il presente studio ha caratterizzato il metaboloma dei pony alimentati con una dieta ricca di zuccheri con diversi gradi di ID, utilizzando campioni di plasma basale e postprandiale ottenuti durante uno studio precedente, che ha esaminato il potere predittivo dei livelli di insulina nel sangue per lo sviluppo della laminite.

E’ stato pertanto utilizzato un test metabolomico mirato per 10 campioni di pony pre-laminitici (PL – pazienti che successivamente hanno sviluppato laminite) e 10 non laminitici (NL – pazienti che non hanno sviluppato laminite). 

Disciplina Medicina interna

clydesdale horse pictures 850x550La dimetilarginina simmetrica (SDMA) è considerata una stima indiretta della velocità di filtrazione glomerulare (GFR) più sensibile rispetto alla creatinina (Cr). La SDMA, inoltre, non è influenzata dal sesso o dalla massa muscolare nei piccoli animali. L’obiettivo del presente studio era quello di validare un dosaggio immunologico (immunoassay, IA) disponibile in commercio per la misurazione della SDMA nel siero equino; confrontare SDMA e Cr in diverse razze di cavalli da tiro; e valutare gli effetti di età, sesso e razza.

In questo studio trasversale sono stati inclusi 165 cavalli da tiro sani (eta compresa tra 0,5 e 16 anni), inclusi 63 Percheron, 52 Clydesdale e 50 Belga da tiro. La SDMA IA è stata validata per il siero equino confrontandola con i risultati della cromatografia liquida-spettroscopia di massa (LC-MS) e di altri metodi. SDMA e Cr sono stati confrontati mediante analisi della varianza e correlazione.

Disciplina Nefrologia-Urologia

cisti cavalloNegli ultimi 30 anni, sono stati proposti diversi trattamenti per trattare le lesioni cistiche subcondrali (SCLs), ma non sono stati condotti studi randomizzati per confrontare metodi diversi e non vi è quindi consenso sul trattamento migliore.

Gli autori di questo studio retrospettivo, pertanto, avevano l’obiettivo di valutare un impianto riassorbibile biocompatibile per il trattamento di SCLs in cavalli giovani in diverse sedi anatomiche.

Disciplina Ortopedia

Arabian horsesI cavalli da gara iniziano la loro carriera sportiva in giovane età quando sono ancora in via di sviluppo e sono immaturi sia fisicamente che mentalmente. La mancanza di conoscenza scientifica riguardo lo stress legato alle gare impedisce di sviluppare dei programmi di allenamento che permettano di raggiungere un equilibrio tra i migliori risultati sportivi e il benessere ottimale del cavallo. L’obiettivo di questo studio era quello di determinare l'influenza dell'intensità e del tipo di attività fisica sulla concentrazione sierica di cortisolo.

Sono stati inclusi nello studio 30 cavalli arabi, questi erano suddivisi in 9 cavalli da endurance e 21 cavalli da corsa. I campioni di sangue sono stati analizzati ogni 3 settimane, per un totale di 4 sessioni di allenamento e 2 gare, nei cavalli da corsa e mensilmente ,dopo 2 sessioni di allenamento e 1 competizione, nei cavalli da endurance. La concentrazione sierica di cortisolo è stata misurata a riposo e 30 minuti dopo uno sforzo fisico. I cavalli da corsa sono stati suddivisi in due gruppi (migliori e peggiori) in base ai risultati sportivi.

Disciplina Medicina sportiva

dog vs horseIl trauma indotto da attacchi da parte di cani è stato associato a tassi di mortalità fino al 23% in alcune specie. Tuttavia, la prognosi e le caratteristiche cliniche associate a questo tipo di lesioni non sono state descritte nella specie equina. Pertanto, gli autori di questo studio retrospettivo avevano l’obiettivo di descrivere il tasso di sopravvivenza, il segnalamento, le caratteristiche cliniche e i risultati biochimici negli equidi presentati per cure di emergenza dopo presunti attacchi di cani. Gli autori hanno ipotizzato che ci potessero essere delle differenze tra sopravvissuti e non sopravvissuti.

Nello studio sono stati inclusi 28 equidi presentati per presunti attacchi di cani in 3 centri di riferimento. La sopravvivenza è stata definita come sopravvivenza a 14 giorni dopo la dimissione.

Disciplina Medicina d'urgenza

appaloosaLo scopo del presente studio era quello di indagare la predisposizione di razza e la gestione diagnostica e chirurgica dei cavalli con diagnosi di criptorchidismo.

Sono stati analizzati i dati riguardanti la razza, la localizzazione del testicolo ritenuto, la diagnosi, il tipo di trattamento chirurgico e le complicanze.

Disciplina Chirurgia generale

back painLa presentazione clinica dei cavalli con dolore alla schiena (BP) varia considerevolmente e si manifesta spesso con l’impossibilità da parte degli equidi di prendere parte all’attività sportiva. Esistono inoltre alcuni rilievi clinici che sono direttamente responsabili del fallimento delle prestazioni atletiche.

Tale studio aveva pertanto l’obiettivo di indagare e classificare le caratteristiche cliniche del BP che intessa la regione toraco-lombare nei cavalli.

Disciplina Neurologia
Mercoledì, 30 Dicembre 2020 18:01

Carcinoma squamocellulare nel cavallo e nel gatto

SCC cavalloIl carcinoma a cellule squamose (Squamous cell carcinoma, SCC) è il più comune tumore sinonasale equino e orale felino. L’obiettivo di questo studio era quello di descrivere le caratteristiche tomografiche e istopatologiche del SCC equino e felino.

Sono stati inclusi, in modo retrospettivo, 13 cavalli e 10 gatti a cui era stato diagnosticato tramite istopatologia un SCC orale o sinonasale e che erano stati sottoposti a tomografia computerizzata (TC). Sono state annotate le caratteristiche TC della massa e delle strutture coinvolte. Gli esami istologici sono stati valutati secondo un sistema di classificazione utilizzato in medicina umana per SCC orale; quest’ultimo considerava quattro gradi crescenti di aggressività del processo neoplastico.

Disciplina Oncologia
Pagina 8 di 141

vetchannel nero

VETCHANNEL.IT
La formazione professionale on demand
quando vuoi, dove vuoi.

Vetpedia

eveditoria Editoria Scientifica

0
Shares