Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 7842 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Visualizza articoli per tag: Gatto

MRI CATIl linfoma è la neoplasia del midollo spinale più comune e il secondo tumore intracranico più comune nei gatti. L’obiettivo di questo studio era quello di descrivere le caratteristiche cliniche e di risonanza magnetica (magnetic resonance imaging, MRI) nei gatti con linfoma del sistema nervoso centrale (SNC), periferico (SNP) o entrambi.

Sono stati inclusi nello studio, in modo retrospettivo, 31 gatti con diagnosi citologica e/o istopatologica di linfoma del SNC e/o SNP, in cui era stata effettuata la risonanza magnetica. I reperti MRI sono stati esaminati da 3 osservatori seguendo un elenco di criteri predefiniti.

Disciplina Oncologia

indici retic gattoGli indici reticolocitari sono parametri alternativi alla saturazione della transferrina (TSAT) per la valutazione della sideremia nell'uomo e nel cane, ma non sono stati valutati a fondo nella specie felina. Gli autori di questo studio hanno effettuato una valutazione degli indici reticolocitari per la diagnosi di carenza di ferro nei gatti con malattia renale cronica (CKD) ed ematuria cronica associata a bypass ureterale sottocutaneo (SUB).

Nello studio prospettico osservazionale trasversale sono stati inclusi 64 gatti: 16 sani, 14 CKD senza SUB e 34 CKD con SUB. Gli outcome primari includevano la valutazione dei valori diagnostici degli indici eritrocitari (volume corpuscolare medio, emoglobina e concentrazione di emoglobina: MCV, MCH e MCHC) e degli indici reticolocitari (volume corpuscolare medio, MCVr; emoglobina corpuscolare, CHr), utilizzando TSAT come riferimento.

Disciplina Ematologia

42360184 shutterstock 1147512986Lo scopo del presente studio era quello di valutare le variazioni del valore ematocrito (packed cell volume, PCV) e delle proteine ​​totali in seguito a sedazione con tre diversi protocolli intramuscolari nel gatto.

In questo studio clinico prospettico, randomizzato, in cieco, sono stati inclusi 30 gatti di proprietà. In tutti i soggetti è stato prelevato un campione di sangue venoso prima della sedazione e sono stati misurati PCV, proteine ​​totali, elettroliti (Na+, K+, Cl-, iCa2+), glucosio e lattato. I gatti sono stati assegnati in modo casuale a ricevere uno dei tre protocolli di sedazione intramuscolare (n = 10 gatti/protocollo): 1) metadone + acepromazina (gruppo MA), 2) metadone + dexmedetomidina (gruppo MD) o 3) metadone + midazolam + alfaxalone (gruppo MMA). Dopo 25 minuti, è stato valutato il grado di sedazione dei gatti ed è stato effettuato un altro prelievo di sangue venoso per valutare le stesse variabili sopracitate.

Disciplina Anestesiologia

SUB GattoL’obiettivo del presente studio era quello di valutare l'outcome e le complicanze associate al posizionamento del bypass ureterale sottocutaneo (subcutaneous ureteral bypass, SUB) nel gatto.

Sono stati inclusi nello studio, in modo retrospettivo, 81 gatti di proprietà con ostruzione ureterale trattati mediante posizionamento del SUB tra il 2013 e il 2018. Sono stati registrati l'outcome e le complicanze associate al SUB.

Disciplina Nefrologia-Urologia

veterinarian taking blood sample cat 260nw 275442791L’obiettivo del presente studio era quello di confrontare la concentrazione di potassio nei campioni ematici analizzati subito dopo la raccolta e dopo 20-28 ore di conservazione a temperatura di refrigerazione.

Sono stati inclusi nello studio 41 gatti. Da ciascun gatto è stato prelevato un campione di sangue venoso. Le aliquote sono state poste in 2 provette senza anticoagulante (il sangue è stato lasciato coagulare per ottenere il siero) e 2 provette con eparina (per ottenere il plasma). Un campione di siero e uno di plasma sono stati mantenuti a temperatura ambiente e analizzati entro 60 minuti dalla raccolta (T0); gli altri campioni di siero e plasma sono stati analizzati dopo 20-28 ore di conservazione a temperatura di refrigerazione. In entrambi i timepoint, sono state misurate le concentrazioni di potassio sierico e plasmatico.

Disciplina Medicina interna

ittero gattoGli autori dello studio avevano l’obiettivo di descrivere le caratteristiche cliniche, le comorbidità, la frequenza dell'isolamento batterico e il tempo di sopravvivenza dei gatti con sindrome da colangite-colangioepatite suppurativa (S-CCHS).

I dati sono stati raccolti in modo prospettico (dal 1980 al 2019) in merito a caratteristiche cliniche, comorbidità, infezione batterica, durata della malattia e trattamenti. Le variabili sono state valutate per le associazioni con il tempo di sopravvivenza.

Disciplina Gastroenterologia

musictherapyGli autori di questo studio miravano a valutare l'uso di due diversi tipi di musica - musica specifica per gatti e musica classica - rispetto a nessuna musica, nella riduzione dello stress dei gatti durante il ricovero.

Trentacinque gatti ricoverati in ospedale sono stati divisi casualmente in tre gruppi e ogni gruppo ha ricevuto uno stimolo diverso nel corso dell’ospedalizzazione: musica specifica per gatto, musica classica o nessuna musica (gruppo controllo). Sono stati documentati la frequenza respiratoria, il cortisolo salivare e l'interazione sociale dei pazienti inclusi. Un ricercatore in cieco ha eseguito il Cat Stress Score (CSS) durante l'analisi video delle registrazioni in cinque momenti specifici nelle 31 ore di ricovero.

catGli obiettivi di questo studio erano: 1) valutare le concentrazioni sieriche di dimetilarginina (SDMA) e creatinina nei gatti con ostruzione uretrale pre e post-decompressione e 2) determinare se i valori renali pre-decompressione fossero predittivi della funzionalità renale post-decompressione.

In questo studio prospettico sono stati inclusi 25 gatti di proprietà del cliente con ostruzione uretrale. Le concentrazioni sieriche di creatinina e SDMA sono state valutate al momento della presentazione, 24 ore dopo la decompressione e 5-20 giorni dopo la decompressione. L'esame delle urine e l’urinocoltura sono stati valutati alla presentazione e al follow-up finale. I criteri di esclusione includevano urinocoltura positiva, recidiva dell'ostruzione o mancanza dei campioni richiesti.

Disciplina Nefrologia-Urologia

meloxicamI farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS) sono usati raramente nei gatti a causa delle ripercussioni che possono avere sulla funzionalità renale; tuttavia, studi recenti hanno dimostrato la tollerabilità del meloxicam a basse dosi. Il toceranib fosfato è usato per trattare diversi tumori felini ed è ben tollerato. Gli autori di questo studio miravano a determinare la tollerabilità e le caratteristiche degli eventi avversi della combinazione di toceranib e meloxicam a basse dosi nei gatti affetti da cancro. Gli obiettivi secondari riguardavano la valutazione dell'efficacia antitumorale e dell'impatto sulla qualità della vita e sull'analgesia.

Nello studio sono stati inclusi i gatti con qualsiasi tumore che non coinvolgesse i reni. Lo studio ha adottato un disegno convenzionale di escalation della dose 3 + 3. Toceranib è stato somministrato a giorni alterni a una dose standard con meloxicam somministrato in modo crescente a una dose iniziale di 0,01 mg/kg in giorni opposti a toceranib, fino a un massimo di 0,02 mg/kg al giorno, in base a precedenti studi di sicurezza. I dati di laboratorio, la pressione sanguigna, le dimensioni del tumore, il punteggio del dolore e le indagini sulla qualità della vita completate dal proprietario sono state registrate ogni 2-4 settimane durante il periodo di studio di 12 settimane.

Disciplina Oncologia

calcoli gattoLo scopo degli autori di questo studio era confrontare l’outcome dei gatti sottoposti a cistotomia aperta con quelli sottoposti a chirurgia mininvasiva (MIS) per la rimozione dei calcoli; l’outcome è stato oggettivato mediante l'utilizzo di uno score.

Ventotto gatti sono stati arruolati retrospettivamente e divisi in due gruppi: cistotomia aperta (n = 14) e MIS (n = 14). L’outcome primario era rappresentato da un punteggio composito, comprendente tre variabili: punteggi del dolore ⩾2 a 6 o 12 ore dopo l'intervento; mancata rimozione di tutti i calcoli come determinato dalle radiografie postoperatorie; e complicanze postoperatorie che richiedevano una visita in ospedale aggiuntiva e separata rispetto all'appuntamento programmato per la rimozione della sutura. Altri dati raccolti includevano segnalamento, anamnesi, altre procedure eseguite durante l'anestesia, valutazione dell’appetito del paziente nel postoperatorio e il costo finanziario delle procedure.

Disciplina Nefrologia-Urologia
Pagina 10 di 126

vetchannel nero

VETCHANNEL.IT
La formazione professionale on demand
quando vuoi, dove vuoi.

Vetpedia

eveditoria Editoria Scientifica

0
Shares