Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 7842 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Visualizza articoli per tag: bovino

Martedì, 18 Ottobre 2022 12:11

Insulti tossici per il fegato nella specie bovina

toxins cattleIl fegato viene esposto ad insulti tossici per il ruolo che gioca nel metabolismo delle sostanze esogene e nella filtrazione diretta del sangue che proviene dalla circolazione portale, che trasporta le tossine assorbite dal tratto gastrointestinale. Lo scopo degli autori di questo articolo è di rivedere brevemente l'anatomia e la fisiologia del fegato, e di discutere le principali tossine che colpiscono la specie bovina.

Il metabolismo degli xenobiotici nel fegato è facilitato da alte concentrazioni degli enzimi del citocromo P450, che catalizzano la biotrasformazione di sostanze estranee; la coniugazione dei metaboliti delle tossine aumenta la loro solubilità e ne migliora l'escrezione. 

Disciplina Gastroenterologia

cattle vaccinationClostridium perfringens di tipo A è un batterio anaerobico che produce quattro tossine principali (alfa, beta, epsilon e iota), responsabili di varie malattie. La maggior parte delle malattie degli animali da allevamento associate a C. perfringens sono causate dall'alfa-tossina. Gli autori di questo studio avevano lo scopo di produrre un vaccino contro l'alfa-tossina utilizzando C. perfringens di tipo A (ATCC 13124) e studiarne la potenza, la stabilità e la sicurezza.

Ogni millilitro del prodotto vaccinale finale conteneva attività del tossoide alfa 15 lecitovitellinasi (Lv) (0,375 ml contenenti 40 Lv) e aggiungendo circa 0,2 ml di gel di idrossido di alluminio concentrato al 3%, <0,001% P/V di tiomersale, <0,05% P/ V formaldeide e quasi 0,425 ml di soluzione salina tamponata con fosfato (pH 7,2). L'efficacia del vaccino è stata valutata nei conigli e nei bovini eseguendo test di potenza, stabilità e sicurezza.

Mercoledì, 28 Settembre 2022 11:54

Prevalenza dell'anaplasmosi nella specie bovina

anaplasma cattleGli autori dello studio hanno voluto stimare la prevalenza di Anaplasma marginale, l'agente eziologico dell'anaplasmosi bovina, negli allevamenti di carne bovina dell'Ohio. Obiettivi secondari erano: valutare l'identità dell'allevamento e l'età degli animali come fattori di rischio; esaminare la cross-reattività sierologica con Anaplasma phagocytophilum, un patogeno emergente. 

Sono state valutate le mandrie che evidenziavano una storia di anaplasmosi clinica nello stato dell’Ohio (USA). I campioni di sangue sono stati sottoposti a screening per gli anticorpi contro Anaplasma spp, utilizzando una prova di immunoassorbimento enzimatico competitivo (cELISA) con campioni sieropositivi testati per A. marginale mediante PCR real-time. In caso di risultato negativo, i campioni venivano testati anche per A. phagocytophilum

Domenica, 17 Luglio 2022 11:29

Biomarker di sepsi nel suino, bovino e cavallo

11910205046 d9844787b2 bLa sepsi è una sindrome clinica complessa innescata da una risposta infiammatoria dell'ospite nei confronti di un'infezione. Di solito è complessa da diagnosticare e ha gravi conseguenze sulla salute umana e veterinaria, soprattutto quando il trattamento non viene iniziato precocemente. Pertanto, sono necessari dei marker per diagnosticare la sepsi in modo accurato. Inoltre, una corretta diagnosi di sepsi potrebbe ridurre l'uso improprio degli antibiotici, che è essenziale per combattere la resistenza antimicrobica. Questo è un problema in particolare negli animali da reddito. Quando si sospetta la sepsi negli animali, i biomarker più frequentemente utilizzati sono le proteine ​​di fase acuta come la proteina C-reattiva, l'amiloide A sierica e l'aptoglobina, ma le loro concentrazioni possono aumentare in corso di altre condizioni infiammatorie. Nei pazienti umani, i biomarker più promettenti per rilevare la sepsi sono la procalcitonina e la presepsina, e un'ampia gamma di altri biomarker sono in corso di studio. Tuttavia, ci sono poche informazioni sull'applicazione di questi biomarker nelle specie di interesse veterinario. L’obiettivo di questa review era quello di descrivere i concetti generali e le attuali conoscenze sui biomarker di sepsi nei suini, cavalli e bovini e di discutere possibili progressi scientifici in questo campo.

“Biomarkers of sepsis in pigs, horses and cattle: from acute phase proteins to procalcitonin” M J López-Martínez, et al. Anim Health Res Rev. 2022 Jun;23(1):82-99. doi: 10.1017/S1466252322000019.

Disciplina Medicina d'urgenza
Venerdì, 08 Luglio 2022 09:57

Tumefazioni della regione ombelicale nel bovino

ombelico boviniL’obiettivo degli autori dello studio era quello di valutare l'incidenza delle patologie ombelicali e riportare l’outcome degli interventi chirurgici ad essi correlati nei bovini siciliani.

Nello studio sono stati inclusi 320 bovini (214 femmine, 106 maschi) con lesioni ombelicali. Gli animali considerati sono stati: bovini da latte ad alta produttività (Friesian Holstein e Brown Swiss); razze da carne (Charolaise e Limousine) e alcuni incroci. Di tutti i pazienti sono stati raccolti i dati relativi al protocollo anestesiologico, chirurgia e follow-up. È stato altresì valutato il tasso di incidenza delle lesioni.

Disciplina Chirurgia generale
Domenica, 05 Giugno 2022 11:51

Neoplasie intracraniche nel bovino

1Questa case series descrive i reperti clinici e patologici delle neoplasie intracraniche nei bovini, un'entità rara.

Sono stati esaminati i dati e i tessuti ottenuti da 24 tumori intracranici studiati mediante immunoistochimica per S100, proteina acida fibrillare gliale, sinaptofisina, pancitocheratina, vimentina, enolasi neurone specifica, fattore di trascrizione oligodendrocitaria 2 e isocitrato deidrogenasi 1.

Disciplina Oncologia

little calfL’insuccesso del trasferimento passivo (FPT) nei vitelli è definito come il mancato assorbimento di anticorpi colostrali sufficienti a raggiungere una concentrazione sierica di immunoglobuline G (IgG) > 10 g/L entro la prima settimana di vita. 

Lo scopo degli autori di questo studio era confrontare quattro diversi test per diagnosticare la FPT in campioni di vitelli da latte di 1-7 giorni. I valori limite pubblicati per la rifrattometria Brix e proteine ​​totali (TP) e la torbidità del solfato di zinco (ZST) sono stati confrontati con l'immunodiffusione radiale del test di riferimento (RID) per l'idoneità a rilevare la FPT. Inoltre, è stato convalidato l'attuale test di riferimento commerciale RID offerto in Scozia. 

mucca uniboL’elettromiografia (EMG) e gli studi di conduzione nervosa (NCS) risultano essere di fondamentale importanza nella valutazione dei pazienti con lesione traumatica del plesso brachiale, in quanto facilitano la localizzazione e l’interpretazione della lesione, nonchè la prognosi. 

Gli autori di questo case report descrivono il follow-up elettrodiagnostico a lungo termine di un vitello Holstein femmina di 5 giorni con sindrome del plesso brachiale. Gli studi di elettrodiagnostica sono stati effettuati a 2 settimane, 5 settimane, 7 mesi e 12 mesi dopo il ricovero. 

Disciplina Neurologia

220318 beef cow grazing on grass c tim scrivener 2882014 17903I bovini sono importanti animali da reddito, ma gli agenti patogeni, inclusi i parassiti gastrointestinali, ne ostacolano la produttività. Per un controllo efficace dei parassiti gastrointestinali, sono necessarie tecniche e strumenti diagnostici rapidi, altamente sensibili e specifici.

Nel presente studio sono stati analizzati 100 campioni fecali di bovini mediante la flottazione fecale semplice (Simple Faecal Flotation, SFF), flottazione fecale per centrifugazione modificata (Modified Centrifugal Faecal Flotation, MCFF) e le tecniche Mini-FLOTAC (Mini-FLOTAC techniques, MFT) utilizzando diverse soluzioni di flottazione (Flotation Solutions, FS).

Disciplina Parassitologia
Martedì, 28 Dicembre 2021 16:28

Effetti della musica sugli animali da reddito

cow musicIl benessere degli animali, in particolare di quelli allevati in sistemi di produzione intensiva, è una priorità per l'agricoltura moderna. Questo nasce dalla volontà di mantenere in salute gli animali, ottenere un prodotto finale di buona qualità e soddisfare le richieste dei consumatori, sempre più convinti ad acquistare prodotti biologici. Per tale ragione sono stati valutati nuovi metodi per ridurre lo stress negli animali d’allevamento. La musicoterapia è nota da migliaia di anni; quest'ultima oggi viene principalmente utilizzata per distrarre i pazienti dal dolore, così come per curare la depressione e i disturbi cardiovascolari. Alcuni studi recenti hanno suggerito che la musica, se opportunamente selezionata, può conferire alcuni benefici per la salute (ad esempio aumentando il livello e l'attività delle cellule natural killer). La scelta del genere, il volume della musica e il tempo sono tutti fattori importanti da tenere in considerazione prima di utilizzare la musicoterapia negli animali d’allevamento. Alcuni brani musicali permettono agli animali di rilassarsi (migliorando così la resa), mentre altri hanno l'effetto opposto. Tuttavia, non c'è dubbio che l’arricchimento ambientale tramite musicoterapia migliora il benessere degli animali e potrebbe convincere i consumatori ad acquistare prodotti provenienti dagli allevamenti intensivi.

L’obiettivo di questa review era quello di esplorare la letteratura veterinaria e descrivere gli effetti della musica su bovini, suini e pollame.

Pagina 1 di 14

vetchannel nero

VETCHANNEL.IT
La formazione professionale on demand
quando vuoi, dove vuoi.

Vetpedia

eveditoria Editoria Scientifica

0
Shares