Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 7842 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Michele Tumbarello Med Vet PhD student

Michele Tumbarello Med Vet PhD student

osteocondrite caneLo scopo degli autori di questo studio era descrivere l'applicazione clinica e l'outcome dell’autotrapianto osteocondrale utilizzando il sistema COR (COR; DePuy Synthes, Varsavia, Indiana, Stati Uniti) per il trattamento dell'osteocondrite dissecante (OCD) del condilo femorale nel cane.

Sono state revisionate retrospettivamente le cartelle cliniche dei cani che sono stati trattati per OCD utilizzando il sistema COR tra febbraio 2013 e marzo 2020 e sono stati registrati i dati relativi ai reperti clinici e radiografici, pre e postoperatori.

steroidi comportamento dogL'eccitazione e lo stress sono spesso fattori importanti nelle problematiche comportamentali e i corticosteroidi endogeni sono importanti mediatori delle risposte associate allo stress. È stato recentemente riportato che, i trattamenti con corticosteroidi esogeni, cambiano il comportamento sia delle persone e sia degli animali da laboratorio che assumono tali farmaci, con cambiamenti simili osservati anche nei cani. Questi comportamenti non solo avrebbero un potenziale impatto negativo sul benessere dei cani, ma anche sulla qualità di vita dei loro proprietari. In effetti, i corticosteroidi possono influenzare la sensibilità verso alcuni stati emozionali del paziente canino. 

In questo articolo, gli autori sottolineano i possibili effetti collaterali comportamentali dei cani che assumono corticosteroidi, al fine di aiutare, informare e supportare i veterinari che prescrivono questi farmaci.

sarcoma appendicolare caneNonostante gli sforzi per sviluppare nuove strategie di trattamento, gli osteosarcomi umani e canini continuano ad evidenziare una prognosi sfavorevole e una sopravvivenza limitata. Lo scopo degli autori di questo studio clinico era testare l'efficacia antitumorale e la sicurezza di un vaccino antitumorale a base di peptidi. I pazienti inclusi nello studio erano cani con osteosarcoma appendicolare non metastatico sottoposti a terapia standard (SOC), consistente in amputazione e chemioterapia adiuvante. 

Le cellule di osteosarcoma canino infettate da Salmonella sono state indotte a rilasciare peptidi immunogenici che costituivano la componente vaccinale. I cani con osteosarcoma appendicolare non metastatico erano idonei al reclutamento. Dopo l'amputazione dell'arto e la chemioterapia adiuvante con carboplatino, i cani sono stati vaccinati mensilmente per sei volte e monitorati nel frattempo con radiografie toraciche seriali. Una popolazione di cani sottoposti a trattamento SOC (amputazione e carboplatino adiuvante) prima che il vaccino fosse disponibile è stata utilizzata come gruppo controllo. Gli endpoint primari erano il tempo alla metastasi (TTM) e la sopravvivenza tumore-specifica (TSS). Gli endpoint secondari erano fattibilità, tossicità, oltre a risposta anticorpale e cellulo-mediata legate al vaccino. 

rabbit lymphomaGli autori dello studio in oggetto avevano l’obiettivo di determinare i riscontri clinici e clinico-patologici dei conigli affetti da linfoma.

Mediante un database scientifico, sono stati selezionati tutti i conigli che avevano ricevuto diagnosi di linfoma dal 1996 al 2019, presso Veterinary Medical Teaching Hospital dell'Università della California.

pain horseLa comprensione dei fattori che influenzano la valutazione del dolore nei cavalli faciliterà la comunicazione tra veterinari e proprietari di cavalli. Gli obiettivi degli autori dello studio erano: confrontare le percezioni dell’atteggiamento algico dei cavalli, attraverso valutazioni fornite da veterinari e proprietari di cavalli, e determinare quali possano essere le variabili associate alle valutazioni degli operatori per ciò che riguarda il dolore minimo e il dolore estremo.

I questionari per i proprietari di cavalli e veterinari includevano dati demografici, variabili relative al riconoscimento del dolore nei cavalli e al grado stimato di dolore negli stessi pazienti. Le variabili associate alla percezione di un alto o basso grado di dolore sono state studiate mediante analisi di regressione logistica.

Venerdì, 11 Marzo 2022 13:46

Gatti con infezioni da Cytauxzoon in Italia

blood cytoozonLa cytouxzoonosi è una malattia emergente causata da un protozoo trasmesso dalle zecche e che colpisce i felini domestici e selvatici. 

In questo studio sono stati descritti i risultati clinici e biomolecolari dell'infezione da Cytauxzoon sp. e coinfezioni concomitanti in tre gatti dell'Italia centrale. 

paratiroidectomiaGli autori dello studio in esame avevano l’obiettivo di descrivere un approccio chirurgico mini-invasivo per il trattamento chirurgico dell'iperparatiroidismo primario canino.

Per lo studio sono stati utilizzati cinque cadaveri canini e cinque cani di proprietà con iperparatiroidismo primario. È stata quindi descritta una tecnica chirurgica per la paratiroidectomia video-assistita mini-invasiva (MIVAP), precedentemente utilizzata nell'uomo, qui applicata sul cane. Con il cane in decubito dorsale, è stata praticata un'incisione di 15 mm sulla linea mediana, larghezza di 1 dito caudalmente alla cartilagine cricoidea della laringe. Un endoscopio rigido da 5 mm a 30° è stato inserito nello spazio peritracheale con l'ausilio di un dissettore con aspirazione. La paratiroide è stata successivamente rimossa mediante elettrocauterizzazione e dissezione smussata e affilata. La tecnica è stata affinata nei 5 cadaveri canini per valutarne la fattibilità, ed è stata successivamente eseguita nei 5 cani di proprietà con iperparatiroidismo.

UTO catL'ostruzione uretrale (UO) ha un effetto negativo sul benessere dei gatti. Gli autori di questo studio miravano a determinare l'incidenza e a chiarire gli aspetti legati alla gestione clinica e all’outcome dei gatti con UO del Regno Unito.

Gli autori hanno condotto uno studio di coorte retrospettivo. Dal database VetCompass sono state estratte tutte le cartelle cliniche dei gatti maschi con UO e sono stati registrati ulteriori dati relativi ad aspetti demografici e clinici.

mastoNei mastocitomi cutanei canini (cMCT), il grado istologico e lo stadio clinico sono i fattori prognostici più importanti, con tumori di alto grado e linfonodi metastatici (LN) che influenzano significativamente l'evoluzione della malattia. Tuttavia, non è chiaro se il grado istologico e lo stadio clinico debbano ricevere lo stesso valore nella prognosi e nella gestione del paziente. In questo studio sono stati inclusi retrospettivamente cani con cMCT di basso e alto grado e almeno un LN sentinella apertamente metastatico, sottoposti a trattamento standardizzato, vale a dire: escissione chirurgica della cMCT, linfoadenectomia e chemioterapia. Lo scopo degli autori era quello di determinare se, a parità di stadio clinico, il grado istologico avesse una significativa rilevanza prognostica. 
 
Sono pertanto stati inclusi sessanta cani: 26 avevano un tumore cMCT di alto grado e 34 avevano un tumore cMCT di basso grado. Il follow-up mediano è stato di 367 giorni (range, 187-748) nel gruppo di alto grado e di 1208 giorni (intervallo, 180-2576) nel gruppo di basso grado. Il tempo mediano di progressione era significativamente più breve nel gruppo di alto grado rispetto al gruppo di basso grado (214 giorni contro non raggiunto; p <.001), così come la sopravvivenza specifica legata al tumore (545 giorni contro non raggiunto; p <. 001). All'analisi multivariata, un alto grado istologico e margini incompleti hanno mantenuto un significato prognostico sia per la progressione del tumore che per la morte specifica legata al tumore. 
 
Gli autori concludono che nei cani con cMCT e almeno un LN apertamente metastatico sottoposti a trattamento multimodale, il grado istologico era significativamente correlato all'outcome. La prognosi complessiva non è stata sfavorevole, anche nel gruppo di alto grado, a ulteriore prova della necessità di offrire un approccio terapeutico multimodale, rivolto al tumore primario e al LN sentinella. Tuttavia, resta da definire se la chemioterapia debba essere incorporata nel piano terapeutica dei cMCT di basso grado.


 
Histologic grade has a higher-weighted value than nodal status as predictor of outcome in dogs with cutaneous mast cell tumours and overtly metastatic sentinel lymph nodes”. Dina Guerra, et al. Vet Comp Oncol. 2022 Feb 23.  doi: 10.1111/vco.12806. 
 
 

aghi suiniGli autori dello studio in esame avevano l’obiettivo di chiarire se l'uso ripetuto degli aghi utilizzati per iniettare il ferro nei suinetti influenzasse la forza richiesta per perforare la cute del cadavere dei suinetti. 

Sono state 31 le unità di suini esaminate sul riutilizzo dell'ago e sulle pratiche di iniezione. 

Pagina 15 di 45

vetchannel nero

VETCHANNEL.IT
La formazione professionale on demand
quando vuoi, dove vuoi.

Vetpedia

eveditoria Editoria Scientifica

0
Shares