Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 7821 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Michele Tumbarello Med Vet PhD student

Michele Tumbarello Med Vet PhD student

diet crudeLe diete a base di carne cruda (RMBD) sono ampiamente utilizzate come diete non convenzionali per cani e gatti in diverse fasi della vita, nonostante le preoccupazioni relative all'adeguatezza nutrizionale e alla contaminazione microbica degli alimenti. L’obiettivo degli autori di questo studio era quello di valutare le caratteristiche nutrizionali e le qualità igieniche delle RMBD acquistate in Germania.

A tal scopo, sono stati analizzati i nutrienti grezzi in 44 RMBD e confrontati con i valori dichiarati. Inoltre, i minerali selezionati sono stati determinati in 31 RMBD, etichettati come completi e confrontati con il requisito minimo (MR) per le specie e gli stadi di vita previsti. La conta delle colonie aerobiche (ACC) e le enterobatteriacee sono state utilizzate per valutare la qualità igienica di 37 RMBD commerciali; inoltre, è stata esaminata la presenza di Salmonella spp. in 10 prodotti.

cat fightingNei gatti con infezione da Leishmania infantum (Li) e nei casi clinici di leishmaniosi felina è stata segnalata una sempre frequente coinfezione con il virus dell'immunodeficienza felina (FIV). Il ruolo di tale coinfezione retrovirale nella compromissione delle condizioni cliniche dei pazienti felini, tuttavia, è ancora abbastanza controverso. Lo scopo degli autori dello studio in esame era quello di valutare le alterazioni dell’emogramma nei gatti provenienti da regioni endemiche sia per l'infezione da Li che per FIV. 

Sono stati quindi valutati retrospettivamente 496 gatti testati per Li (PCR su sangue intero e test anticorpale mediante immunofluorescenza) e per l'infezione da FIV (test ELISA). I risultati dell'emogramma, inclusa la valutazione morfologica dello striscio ematico, sono stati confrontati statisticamente considerando quattro modelli di infezione: Li+FIV+, Li+FIV-, Li-FIV+ e Li-FIV-.

polyuria dogI glucocorticoidi vengono ampiamente utilizzati in ambito dermatologico per trattare patologie allergiche canine, ma spesso causano poliuria e polidipsia (PUPD). A dosaggi sovrapponibili, si ritiene che il metilprednisolone somministrato per via orale causi meno PUPD rispetto al prednisolone. Gli autori hanno condotto uno studio randomizzato, utilizzando i dati di 22 cani affetti da dermatite atopica (AD) non stagionale; tali pazienti hanno ricevuto prednisolone o metilprednisolone a dosaggi equiparabili, una volta al giorno per 14 giorni, durante la prima fase di un trial dietetico di restrizione. 

Prima, e nei giorni 3, 7 e 14 dopo l'inizio dei glucocorticoidi, i proprietari hanno stimato il consumo di acqua per 24 ore. Inoltre, i proprietari hanno raccolto un campione di urina della prima mattina per determinare il peso specifico dell'urina (USG), sia durante i giorni di somministrazione, che antecedentemente. 

linfangiogr mastIl mastocitoma (MCT) è una neoplasia cutanea e sottocutanea comune nei cani. Può metastatizzare ai linfonodi (LN) e ciò influisce negativamente sulla prognosi e sul trattamento. Gli autori di questo studio avevano l’obiettivo di valutare la mappatura del linfonodo sentinella (SLN) dei MCT mediante linfografia radiografica indiretta.

I cani sottoposti a stadiazione clinica del tumore sono stati arruolati in modo prospettico. Lipiodol è stato iniettato intorno al MCT o alla cicatrice chirurgica. Dopo 24 ore, i LN che sono stati evidenziati dal mezzo di contrasto sono stati valutati radiograficamente. 

chronic epatiteNei pazienti umani, l'epatopatia cronica può causare alterazioni nel metabolismo degli aminoacidi (AA), con una diminuzione degli AA a catena ramificata (BCAA) e un aumento degli AA aromatici (AAA). È stato riscontrato che un rapporto di Fischer ridotto (BCAA/AAA) si associa alla fibrosi epatica ed è utile per valutare la prognosi nei pazienti umani. In medicina veterinaria sono stati condotti pochi studi e, contrariamente alle persone, i cani con diversi tipi di epatopatia tendono a mostrare sia un aumento degli AAA che dei BCAA. Nei cani, l'associazione tra punteggi istologici e AA sierici non è stata precedentemente studiata. Lo scopo degli autori di questo studio era di valutare gli AA sierici nei cani con epatite cronica (CH) rispetto ai pazienti sani di un gruppo di controllo (C); inoltre, nei cani con CH, è stata valutata la relazione tra i livelli di AA sierici, la fibrosi istologica e gli score di attività necro-infiammatoria. 

Per le analisi sono stati utilizzati campioni di siero stoccati di 16 cani con CH, diagnosticata istologicamente, e di 25 cani sani. Gli AA sierici sono stati misurati mediante cromatografia liquida ad alte prestazioni. La prolina e gli AAA fenilalanina e tirosina aumentavano progressivamente ed in maniera proporzionale alla gravità istologica del campione. Al contrario, la cisteina, il triptofano e l'isoleucina BCAA si riducevano progressivamente. La lisina e i BCAA leucina e valina hanno mostrato un andamento non lineare con i reperti istologici.

obesity pugNelle persone, gli effetti cardiovascolari legati all’obesità portsano a: ipertensione sistemica, rimodellamento cardiaco e disfunzione sia sistolica che diastolica; la riduzione di peso, invece, può invertire il rimodellamento miocardico e ridurre il rischio di successive malattie cardiovascolari. Ad oggi, gli studi condotti sugli effetti dell'obesità e della riduzione controllata del peso sulla morfologia e sulla funzione cardiovascolare nei cani hanno riportato risultati contrastanti. Gli autori di questo studio prospettico miravano a valutare nei soggetti canini obesi: la funzione cardiaca, la variabilità della frequenza cardiaca, i biomarker cardiaci e la condizione corporea, prima e dopo la riduzione di peso. 

Sono stati reclutati ventiquattro cani obesi, portati a visita per la gestione del peso. Per valutare gli effetti dell'obesità sul cuore, sono state eseguite, prima del management legato alla riduzione del peso, l'analisi della condizione corporea (mediante assorbimetria a raggi X a doppia energia, DEXA) e la valutazione cardiovascolare (ecocardiografia, pressione sanguigna mediante Doppler, elettrocardiografia, biomarkercardiaci). Dodici cani hanno completato lo studio e hanno raggiunto il peso target, ricevendo un'ulteriore valutazione cardiovascolare e l’analisi DEXA. 

osteoartrite dogGli autori di questo studio clinico prospettico, multicentrico, in cieco, randomizzato, avevano l’obiettivo di confermare l'efficacia e la sicurezza di enflicoxib nel trattamento del dolore e dell'infiammazione associati all'osteoartrite canina. 

Complessivamente, centottanta cani sono stati randomizzati nelle seguenti categorie di trattaemnto: enflicoxib (n = 78), mavacoxib (n = 80) o placebo (n = 22). I pazienti sono stati sottoposti a valutazioni veterinarie dal giorno 0 al giorno 42, utilizzando uno score clinico (CSS). L'efficacia è stata valutata anche dai proprietari utilizzando il Canine Brief Pain Inventory (CBPI). L'endpoint primario di efficacia era il CSS complessivo dal giorno 0 al giorno 42.

Mercoledì, 28 Settembre 2022 11:54

Prevalenza dell'anaplasmosi nella specie bovina

anaplasma cattleGli autori dello studio hanno voluto stimare la prevalenza di Anaplasma marginale, l'agente eziologico dell'anaplasmosi bovina, negli allevamenti di carne bovina dell'Ohio. Obiettivi secondari erano: valutare l'identità dell'allevamento e l'età degli animali come fattori di rischio; esaminare la cross-reattività sierologica con Anaplasma phagocytophilum, un patogeno emergente. 

Sono state valutate le mandrie che evidenziavano una storia di anaplasmosi clinica nello stato dell’Ohio (USA). I campioni di sangue sono stati sottoposti a screening per gli anticorpi contro Anaplasma spp, utilizzando una prova di immunoassorbimento enzimatico competitivo (cELISA) con campioni sieropositivi testati per A. marginale mediante PCR real-time. In caso di risultato negativo, i campioni venivano testati anche per A. phagocytophilum

acidi biliari esoticiLa sintesi degli acidi biliari avviene negli epatociti durante la degradazione del colesterolo. Pertanto, questo analita dovrebbe essere un indicatore sensibile di disfunzione epatocellulare o alterazioni della circolazione portale. Gli acidi biliari possono essere quantificati tramite una reazione enzimatica nelle varie specie.

L'evidenza dell'utilità clinica degli acidi biliari per la diagnosi di malattie del fegato è più forte negli uccelli e nei furetti, mentre vi sono studi e risultati equivoci nei roditori, conigli e rettili. Le attuali limitazioni all'interpretazione degli acidi biliari nelle specie animali esotiche includono una scarsità di intervalli di riferimento specie-specifici e una comprensione incompleta del metabolismo degli acidi biliari nelle specie non mammiferi, oltre che la diversità degli acidi biliari sintetizzati rispetto ai vertebrati.

cavallo neuromuscolariLe varianti genetiche dannose rappresentano un'importante causa di malattia del muscolo scheletrico. La valutazione immunoistochimica delle biopsie muscolari è il metodo standard per la diagnosi delle malattie muscolari. Nei cavalli con malattia muscolare, risulta ad oggi sconosciuta, la prevalenza di alleli che causano paralisi periodica iperkaliemica (HYPP), ipertermia maligna (MH), miopatia da accumulo di polisaccaridi di tipo 1 (PSSM1), deficit dell'enzima responsabile della ramificazione del glicogeno (GBED), miotonia congenita (MC) e miopatia da catena pesante della miosina (MYHM). 

Gli autori di questo studio hanno esaminato in cieco i preparati elaborati per l'analisi immunoistochimica di 296 cavalli con malattia muscolare; dal database sono state ottenute anche informazioni cliniche. Il DNA isolato dai campioni muscolari stoccati di questi cavalli è stato genotipizzato per le varianti della malattia. 

Pagina 3 di 45

vetchannel nero

VETCHANNEL.IT
La formazione professionale on demand
quando vuoi, dove vuoi.

Vetpedia

eveditoria Editoria Scientifica

0
Shares