Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 7842 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Antonio Maria Tardo Med Vet PhD Student

Antonio Maria Tardo Med Vet PhD Student

endoscopy1L’obiettivo di questo studio era quello di descrivere una nuova tecnica chirurgica per la rimozione dei corpi estranei intestinali senza enterotomia utilizzando un approccio di laparotomia endoscopio-assistita e confrontare l'outcome a breve termine con l'enterotomia.

Sono stati inclusi, in modo retrospettivo, i cani e gatti con corpi estranei intestinali sottoposti a trattamento chirurgico tra giugno 2019 e luglio 2021. L'approccio chirurgico consisteva nel manovrare il corpo estraneo intestinale nello stomaco durante la laparotomia e quindi rimuoverlo tramite gastroscopia. Nei casi in cui questo approccio non era possibile veniva eseguita un'enterotomia.

sochinf Imagen para Web 5La sanita animale è un prerequisito per la sanità pubblica, lo sviluppo economico, la sicurezza alimentare, la qualità del cibo e la riduzione della povertà, mitigando al contempo il cambiamento climatico e la perdita di biodiversità. Nel presente studio è stata effettuata una revisione qualitativa di 53 malattie infettive negli animali terrestri con i dati di DISCONTOOLS, un database specializzato per identificare le lacune della ricerca e migliorare il controllo delle malattie infettive negli animali.

Molte malattie non dispongono di strumenti di controllo adeguati, ma il modello di definizione delle priorità suggerisce che dovremmo concentrare gli sforzi internazionali sull'infezione da virus Nipah, peste suina africana, pleuropolmonite bovina contagiosa, peste dei piccoli ruminanti, vaiolo ovino e caprino, influenza aviaria, febbre della Rift Valley, afta epizootica e tubercolosi bovina, per il maggiore impatto sugli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite. Per molte malattie infettive degli animali sono disponibili metodi diagnostici accurati e facili da usare. Tuttavia, è necessario lo sviluppo di una diagnostica stabile e durevole che possa differenziare gli animali infetti dagli animali vaccinati, sfruttare i rapidi progressi tecnologici e rendere la diagnostica ampiamente disponibile ed economicamente sostenibile. I vaccini veterinari sono importanti per affrontare malattie endemiche, nuove ed emergenti. Tuttavia, sono necessari ulteriori studi per migliorare la durata dell'immunità e individuare vaccini marker efficaci. Il più grande divario nei prodotti farmaceutici per animali è costituito dal problema della farmaco-resistenza, in particolare per i patogeni batterici e parassitari (protozoi, elminti e artropodi).

shutterstock 162633491L'obiettivo di questo studio era quello di caratterizzare i parametri clinico-patologici e l’outcome nei cani e gatti con occlusione intestinale cronica causata da corpi estranei (chronic small intestinal foreign body obstructions).

Sono state valutate le cartelle cliniche di 72 cani e gatti con diagnosi di CFBO tra il 2010 e il 2020. Sono stati registrati i seguenti parametri: durata dei segni clinici, i reperti pre-chirurgici e intraoperatori, le complicanze e l’outcome. Un corpo estraneo cronico è stato definito come la presenza di segni clinici o osservazione di ingestione di materiale estraneo, almeno 7 giorni prima della presentazione.

silky 955042 960 720I cani con enteropatia infiammatoria proteino-disperdente (iPLE) che raggiungono la remissione possono essere a rischio di recidiva. L’obiettivo di questo studio era quello di determinare l'incidenza di recidiva di iPLE nei cani che hanno precedentemente raggiunto una completa remissione clinica e biochimica e identificare i fattori di rischio associati.

Sono stati inclusi nello studio 65 cani di proprietà con diagnosi di iPLE. Le cartelle cliniche dei cani sono state valutate in modo retrospettivo.

cinghiale istopatOltre all'Helicobacter pylori, un batterio Gram-negativo che può causare disturbi gastrici nell'uomo, gli helicobacter non-Helicobacter pylori (non-Helicobacter pylori helicobacters, NHPH) possono anche colonizzare lo stomaco di esseri umani e animali. Nei suini, H. suis può indurre gastrite e può svolgere un ruolo nell'ulcera gastrica, possibilmente in associazione con Fusobacterium gastrosuis.

Nel presente studio, campioni gastrici di 71 suini e 14 cinghiali sono stati testati per la presenza del DNA di F. gastrosuis e delle specie gastriche Helicobacter associate a suini, cani, gatti e esseri umani, utilizzando metodi PCR specie-specifici. Inoltre, i campioni gastrici sono stati valutati istopatologicamente.

Tuna steak 4 L’obiettivo di questo studio era quello di descrivere l'outcome della gestione dietetica della colite acuta non infettiva cane con o senza somministrazione concomitante di metronidazolo.

Nel presente studio clinico prospettico controllato randomizzato sono stati inclusi 59 cani di proprietà con colite acuta non infettiva. I cani sono stati arruolati in un trial dietetico di 30 giorni dopo l'esclusione di eziologie infettive parassitarie e malattie sistemiche. I cani sono stati randomizzati in 3 gruppi controllati con placebo: gruppo 1, dieta facilmente digeribile + compressa placebo; gruppo 2, dieta facilmente digeribile + compressa di metronidazolo; e gruppo 3, dieta facilmente digeribile potenziata con psyllium + compressa di placebo. I cani sono stati valutati in serie utilizzando il fecal score per il tempo alla remissione, il fecal score medio, la recidiva dei sintomi e l'indice di disbiosi.

feline infectious anaemia what you need to know 55de388fe1172Nell'uomo, i gruppi sanguigni sono associati a una prevalenza variabile di infezioni. Lo scopo di questo studio era quello di determinare se esiste un’associazione tra il gruppo sanguigno e l'infezione da emoplasmi nel gatto.

Sono stati combinati i dati di due studi. Nel primo studio, i campioni di DNA di 131 gatti con emoplasmosi e 132 gatti non infetti sono stati sottoposti a pirosequenziamento per determinare il loro genotipo sanguigno come AA, Ab o bb. Nel secondo studio, i campioni di sangue di 160 gatti italiani di fenotipo sanguigno noto A, B o AB sono stati sottoposti a PCR per rilevare il DNA delle specie di emoplasmi felini.

Mercoledì, 19 Ottobre 2022 20:45

Biomarker di funzionalità renale nel cavallo

40f0161e2ec48977099cbddcb9e44b6dLa creatinina consente il rilevamento di malattie renali solo quando si perde dal 60 al 75% della funzione glomerulare e quindi non è un marker ideale di malattia. Ulteriori biomarker potrebbero essere utili per valutare la funzionalità renale. L’obiettivo di questa review è quello di descrivere nuovi biormarker renali nella specie equina.  

L'SDMA può avere un certo potenziale come biomarker renale nel cavallo, ma attualmente non vi è l’evidenza che l'SDMA offra vantaggi rispetto alla creatinina nel rilevare il danno renale acuto (AKI). La cistatina C e la podocina sono dei potenziali biomarker per le malattie renali (incluso il rilevamento di AKI in modo precoce rispetto alla creatinina) e dovrebbero essere studiati maggiormente. L'NGAL ha un potenziale come biomarker di malattia renale (incluso il rilevamento di AKI in modo precoce rispetto alla creatinina) e come marker infiammatorio. La letteratura presente su MMP-9 non consente di trarre delle conclusioni sul potenziale di questo analita come biomarker renale. Per tutti i biomarker, in questa fase, le informazioni scientifiche disponibili sono limitate o troppo scarse per supportare l'uso clinico e solo l'SDMA può essere misurata per scopi clinici.

Once day headerLo scopo di questo studio era quello di valutare l'entità, la durata e il significato delle variazioni post-prandiali di alcuni parametri clinico-patologici nei gatti adulti sani.

Sono stati inclusi nove gatti adulti alimentati con cibo commerciale. Sono stati ottenuti i campioni di sangue dopo un digiuno di 12 ore (T0), ai gatti è stato offerto e consumato un pasto e sono stati prelevati campioni post-prandiali dopo 2, 4, 6, 8, 10 e 12 ore. Le concentrazioni sieriche post-prandiali di ciascun analita sono state confrontate con le concentrazioni prima del pasto.

ileo ovinoL'immunizzazione sistemica somministrata per via sottocutanea è attualmente utilizzata per controllare la paratubercolosi, un'enterite cronica dei ruminanti causata da Mycobacterium avium subspecies paratuberculosis (MAP). Questi vaccini non forniscono una protezione completa e una piccola coorte di animali soccombe alla malattia. Lo scopo di questo studio era quello di valutare le variazioni nelle cellule immunitarie negli ovini vaccinati che avevano sviluppato o meno la malattia in seguito all'esposizione controllata alla MAP.

I risultati dell’immunoistochimica dell'ileo terminale hanno messo in evidenza che la vaccinazione aumenta l'infiltrazione dei linfociti T CD4+ e dei linfociti B. L'infiltrazione di un gran numero di cellule CD4+ T e B è stata osservata anche negli ovini che hanno eliminato con successo l'infezione. La vaccinazione ha promosso l’attivazione dei macrofagi.

Pagina 3 di 26

vetchannel nero

VETCHANNEL.IT
La formazione professionale on demand
quando vuoi, dove vuoi.

Vetpedia

eveditoria Editoria Scientifica

0
Shares